19 Aprile 2018 - Aggiornato alle 15:59
SPORT
NAPOLI-CHIEVO: Le pagelle
08 Aprile 2018 21:00 —

Reina 6: Quasi non deve farsi la doccia ma viene punito sull’unica azione d’attacco clivense.

Hysaj 5,5: Scende poco sulla corsia destra, crossa male e non è mai pericoloso in fase offensiva.

Tonelli 5,5: Una buona gara ma anche la complicità di colpa sulla rete scaligera.

Koulibaly 5,5: Una topica clamorosa ed è arrivato il gol del Chievo; è l’unico errore ma poteva essere pesantissimo.

Mario Rui 5,5: Lui, piede mancino molto educato, sbaglia anche i cross ed è presagio di brutto pomeriggio. In difesa controlla bene ma si becca un giallo evitabile che gli farà saltare il Milan per squalifica.

Allan 5,5: E’ da circa un mese che non riesce a giocare sui suoi livelli. Affaticato, quasi annaspa nel rincorrere gli avversari, non riesce a dare gusta profondità alla manovra.

(Dal 70’ Zielinski 5,5: Il suo ingresso non è proprio fulminante. Non incide).

Diawara 7: La sua regia spesso è poco lucida, più di uno i passaggi sbagliati. Poi, però, al 93’ realizza il gol da tre punti, il primo in carriera in A e pesante come un macigno nella lotta scudetto.

Hamsik 5,5: Il capitano torna dal 1’ ma la sua condizione è approssimativa. Vaga senza una meta per il campo, provando qualche tocco sempre impreciso.

(Dal 64’ Milik 7,5: Entra e spacca la partita, proprio come accaduto a Reggio Emilia con il Sassuolo. Arek è determinante, si piazza al centro dell’area e manda in panico tutta la difesa ospite. Realizza un gran gol di testa, centra una traversa e sfiora la doppietta. Cosa chiedergli di più?)

Callejon 5,5: Anche lo spagnolo è poco preciso. Non riesce mai ad essere determinante in fase offensiva, un trend condiviso dai suoi compagni di reparto.

Mertens 4,5: Completamente fuori fase. Sbaglia il rigore che poteva mettere in discesa la partita e non si riprende più. Sfiora il gol di testa ma poco altro.

(Dal 95’ Rog s.v.)

Insigne 5,5: Un voto in più per l’assist a Milik in occasione del momentaneo pareggio. Nei precedenti 88 minuti, però, è un susseguirsi di tiri ciabattati ed occasioni sbagliate davanti a Sorrentino. Litiga anche con il pubblico in maniera decisamente incomprensibile.

08 Aprile 2018 21:00 - Ultimo aggiornamento: 08 Aprile 2018 21:00
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi