10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 14:11
SPORT
Napoli-Chievo: Parola d'ordine Riscatto
07 Aprile 2018 18:22 —

Riscatto. E’ questa la parola d’ordine in casa Napoli dopo la figura barbina del sabato santo, con gli azzurri incapaci di superare il Sassuolo, più indigesto della combo casatiello-pastiera della domenica pasquale dopo lauto pranzo. Gli azzurri hanno perso una grandissima chance per restare in scia alla Juve, una di quelle che – forse – non ricapiteranno più. Inutile piangere sul latto versato, però, ma lavorare per cambiare il futuro. Il Napoli ha l’obbligo di provarci fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata e deve rispondere subito alla Juve corsara a Benevento non senza fatica. Ecco, proprio i sanniti vanno presi d’esempio; nel testacoda più squilibrato della storia, le streghe hanno messo in mostra carattere, rabbia e voglia contro la prima della classe, mettendo in difficoltà la banda di Allegri. I partenopei devono crederci e sfoderare una prova di forza già a partire da domani, quando al San Paolo arriva il Chievo Verona capace di imporre il pareggio nella gara d’andata. Servirà il miglior Napoli, cinico soprattutto in attacco, reparto che ha accusato qualche colpo a vuoto nelle ultime settimane, tradito dai suoi uomini chiave (vero, Mertens ed Insigne?). Ago e filo e, come una vecchia massaia, la squadra azzurra dovrà iniziare a ricucire il divario in classifica dai bianconeri, ora di sette punti dopo l’anticipo al sabato della Juve, in attesa dello scontro diretto del 22 aprile che potrà dire molto, se non tutto, nella lotta scudetto. Intanto Sarri sarà costretto a cambiare; non potrà schierare il solito 11, la squadra ormai mandata a memoria da grandi e piccini come una filastrocca. A Napoli si è tornati all’epoca dei “titolarissimi”, e probabilmente l’allenatore non dormirà la notte al solo pensiero di dover mettere mano alla panchina ed applicare il turn over, forzato ovviamente, causa squalifica. Mancheranno, infatti, sia Albiol che Jorginho, appiedati dal giudice sportivo e rimpiazzati da Chiriches (in vantaggio su Tonelli) e Diawara. Il resto della formazione, manco a dirlo, super confermato con tridente formato da Insigne, Mertens e Callejon e con lo scalpitante Milik (ottimo il suo spezzone di gara al Mapei Stadium) pronto a subentrare qualora ve ne fosse bisogno. Rispetto al Sassuolo si rivedrà dal 1’ Hamsik. In casa Chievo sarà una partita speciale per Giaccherini ed Inglese; il centrocampista, dopo un anno e mezza di panchina – tanta – all’ombra del Vesuvio, ha lasciato lo scorso gennaio Napoli per cercare continuità a Verona, mentre Inglese è l’attaccante di proprietà del club azzurro, acquistato la scorsa stagione e vicino allo sbarco nello scorso gennaio causa infortunio di Milik. 
Probabili formazioni 
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.
Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino; De Paoli, Tomovic, Bani, Gobbi; Bastien, Radovanovic; Giaccherini; Inglese, Meggiorini.   

Giovanni Spinazzola 

07 Aprile 2018 18:22 - Ultimo aggiornamento: 07 Aprile 2018 18:22
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi