08 Febbraio 2023 - Aggiornato alle 22:21
SPORT

Napoli-Cremonese: 6-7. Le pagelle di Giovanni Spinazzola

18 Gennaio 2023 00:08 —

Meret 6: sui gol non può nulla poi, di fatto, non viene mai chiamato in causa.

Bereszynski 5: alla prima in assoluto con la maglia azzurra, commette qualche errore di troppo. Ha sulla coscienza il gol del 2-2, con una marcatura troppo blanda.

Ostigard 6: Corre e recupera il difensore norvegese; qualche buona chiusura ed una gara attenta e pilota.

(Dall’82’ Kim 6: aggiunge solidità. Nei minuti finali addirittura gioca in attacco).

Juan Jesus 6,5: il gol a chiudere una gara di assoluto spessore; comanda la difesa con grande eleganza e disinvoltura. Una sicurezza.

Olivera 5,5: si accende solo a tratti; nel primo tempo convince di più ma dall’uruguaiano ci si aspetta molto. Non chiude a dovere sull’azione del 2-2.

Ndombélé 6: se deve agire in copertura soffre terribilmente, più sciolto in proiezione offensiva. Da un tiro nasce il gol del 2-1 di Simeone.

(Dal 102’ Osimhen 6: entra e sfiora subito il gol, poi non ha un pallone giocabile per incidere).

Gaetano 6,5: regista di serata, in concomitanza dell’assenza di Lobotka, risparmiato inizialmente. Con il passare dei minuti migliora, fino a disputare una gara più che convincente. In ritardo in occasione dell’1-0 grigiorosso.

(Dal 65’ Lobotka 6: a centrocampo il padrone è lui ma stavolta la poca collaborazione dei compagni non gli permette di incidere come dovrebbe e vorrebbe. Nella serie finale, è l’unico a sbagliare il rigore).

Elmas 6,5: di gran lunga il migliore in campo per larghi tratti. Sfiora il gol, innesca le manovre, è ovunque. La fascia da capitano al braccio lo galvanizza, sempre più convincente.

(Dall’85’ Zielinski 5: l’unico squillo nella partita è il rigore calciato e segnato nella serie finale. Mai uno spunto degno di nota).

Raspadori 5,5: gioca trequartista, un ruolo che non gli calza a pennello, così come quello di esterno alto. Ha pochi palloni giocabili e non riesce a mettere il suo timbro sulla gara.

(Dal 65’ Anguissa 5,5: troppi ghirigori, tacchi e giocate di fino quando sarebbe necessario badare al sodo. Non regala il cambio di passo che si aspettava Spalletti).

Zerbin 6,5: parte in sordina, con qualche appoggio sbagliato e timido, poi migliora con il passare dei minuti. È una pennellata l’assist per il 2-1 di Simeone, va anche in pressing sugli avversari. Esce tra gli applausi.

(Dal 65’ Politano 5,5: Stesso discorso valido per Anguissa e Zielinski; non riesce proprio ad incidere, pur giocando nella sua posizione di ala destra).

Simeone 6: agisce da centravanti ed alla prima occasione fa centro con un colpo di testa magistrale, il suo colpo di fabbrica. Nei tempi supplementari, però, ha due occasioni nitide che dovrebbe sfruttare meglio.

Vista la clamorosa “prima volta”, per l’occasione pagella anche per le quote rosa in campo, la terna arbitrale al femminile.

Arbitro Ferrieri Caputi 5: non ha convinto nella gestione dei cartellini; sorvola su troppi falli meritevoli almeno del giallo e su interventi pericolosi, come quello su Juan Jesus di Sernicola o su Osimhen nei supplementari. Possibile un rigore su Gaetano nel primo tempo. Da rivedere, poco lucida in alcune decisioni

Assistenti Di Monte-Trasciatti 6: decisamente meglio della collega, nessuna sbavatura, sempre attente in ogni occasione.

18 Gennaio 2023 00:08 - Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2023 00:08
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi