26 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 05:54
SPORT
Napoli-Empoli: Gattuso, "eravamo consapevoli di dover soffrire"
13 Gennaio 2021 21:06 —

Gennaro Gattuso, ai microfoni della Rai, ha commentato il successo contro l’Empoli in Coppa Italia con relativo passaggio ai quarti di finale.

“L’Empoli è una squadra con giovani interessanti ed abbiamo sofferto; ne eravamo consapevoli ma dovevamo dare minuti a chi ha giocato meno. Ci teniamo il successo in vista di domenica, sapevamo di poter far fatica; dobbiamo migliorare sull’equilibrio, troppe le ripartenze subite”.

Napoli con mancanza di continuità. “In Europa si fa fatica, arrivano risultati strani. Il calcio, nel 2020, è cambiato; persi punti per strada ma possiamo migliorare. Non è, però, solo una questione di continuità”.

Capitolo miastenia. “Grazie al cortisone sto meglio. Ho questa malattia da dieci anni, posso lavorare tranquillamente, è la terza ricaduta. Ho sentito addirittura di non poter più allenare, ma c’è di peggio”. 

La vigilia con i calciatori dell’Empoli fermati dall’Asl. “Il campionato inglese è il più organizzato eppure loro vivono una situazione particolare, guardiamoli. I dottori e la Federazione stanno lavorando bene, siamo sempre massacrati ma è difficile vivere questa situazione. Guadagniamo tanto, siamo privilegiati ma è difficile lavorare tra Covid e tamponi. Abbiamo visto i morti con il Coronavirus, siamo sempre legati al risultato del tampone”.

Il momento della squadra. “Un po’ di involuzione dopo l’Inter c’è stata; recentemente troppe chance date agli avversari mentre prima soffrivamo pochissimo. Non è una questione di modulo, mancano le occasioni che in genere creiamo per poi dare campo agli avversari. Oggi non conta però, perché Rrahmani, Lobotka ed Elmas non giocavano da tempo. Serve, però, più equilibrio perché concesse troppe occasioni sia all’Udinese che oggi”.

Capitolo Osimhen. “Sta correndo con il tapis roulant a casa, ha meno fastidio, mi dice che sta meglio ma lo dovremo valutare in campo. Senza di lui non tiene il centrocampo a due? Creiamo tanto con questo modulo bisogna ragionare bene. Se si vuole creare tanto, è normale concedere, il nostro problema sono i tanti gol sbagliati. Si deve migliorare, perché si fa fatica sennò”.

Andrea Petagna, il match winner della gara contro l’Empoli, ha analizzato la gara di Coppa.

“Complimenti all’Empoli per la grande gara disputata. Noi stiamo giocando ogni tre giorni, pure ad Udine è stata faticosa. L’obiettivo era superare il turno e l’abbiamo conquistato. Ora concentrati sulla Fiorentina. L’importante è conquistare i tre punti o, come in questo caso, il passaggio del turno, anche perché ci criticano pure quando giochiamo bene come contro lo Spezia”.

La gara del riscatto, quella per Amir Rrahmani che ha commentato ai microfoni della Rai il successo con passaggio del turno.

“Grande partita, anche perché le sfide di Coppa sono difficili. Ora un avversario forte ci aspetterà, Gattuso ci aveva chiesto di superare il turno. Campionato? Puntiamo a fare il nostro lavoro ed andare sempre avanti in ogni competizione. Puntiamo ad arrivare tra le prime quattro, poi non si sa mai”.

Giovanni Spinazzola

13 Gennaio 2021 21:06 - Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2021 21:06
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi