11 Luglio 2020 - Aggiornato alle 04:13
SPORT
Napoli-Fiorentina: 0-2. Le pagelle di Giovanni Spinazzola
18 Gennaio 2020 23:19 —

Ospina 6: incolpevole sui gol, bella la parata su Chiesa. Stavolta non ha responsabilità. Di Lorenzo 5,5: parte centrale, ancora fuori ruolo, ed ha sulla coscienza il gol del vantaggio viola; poi si sposta a destra e combina meno danni ma in proiezione offensiva non emerge. Manolas 6: prova a tenere in piedi la baracca ma vi riesce solo parzialmente. Non ha comunque colpe. Luperto 5: inizia terzino sinistro, un ruolo non suo e mostra qualche difficoltà; si sposta al centro ed è colpevole sulla rete del raddoppio viola. Hysaj 5,5: inizia terzino destro, poi si sposta a sinistra. Si limita al compitino, senza mai strafare, senza mai emergere tantomeno aiutare in fase offensiva. Allan 4,5: recupera qualche pallone, prova a rendersi utile a tutto campo ma il suo gioco spesso è confusionario. Quando sostituito, si dirige pure direttamente negli spogliatoi. Non il massimo. (Dal 56’ Demme 6: entra in campo e mostra subito di essere propositivo; ha gamba, corre e si propone ma gli serve tempo e, soprattutto, una squadra intorno). Fabian Ruiz 5: altra prova negativa dello spagnolo. Un passo decisamente indietro rispetto alle ultime uscite, con una moltitudine di passaggi sbagliati e lanci mai precisi. Zielinski 4,5: si nota per due conclusioni che, in realtà, sono due passaggi per Dragowski, connazionale della Viola. Prima e dopo, il nulla. (dal 63’ Lozano 6: gioca prima seconda punta, poi esterno di centrocampo; almeno ci mette corsa ed impegno). Callejon 4,5: ha sulla testa la palla del possibile 1-1 e la spreca clamorosamente dando anche l’impressione di correre a vuoto. Gli inserimenti senza palla sono spesso giusti ma gli manca il guizzo finale. Molto male. (dal 75’ Llorente s.v.) Milik 5,5: non può predicare nel deserto. Si danna pure l’anima, poverino, ma non ha un pallone giocabile e non viene servito come dovrebbe. Quando lotta con la difesa avversaria creando spazi per i compagni, questi non vengono nemmeno sfruttati. Insigne 5,5: un palo, l’ennesimo di una stagione disgraziata, e tanto movimento; gioca quasi un’infinità di palloni ma spesso gli accade di essere poco preciso nell’ultima giocata o nell’ultima idea. 

18 Gennaio 2020 23:19 - Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2020 23:19
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi