25 Febbraio 2021 - Aggiornato alle 17:47
SPORT
Napoli-Fiorentina: Gattuso, "Oggi era importante, ci tenevamo"
17 Gennaio 2021 15:51 —

È un Gennaro Gattuso soddisfatto quello che commenta ai microfoni di Dazn la scorpacciata di reti del suo Napoli contro la Fiorentina. “Non è stata facile, anche se è sembrato così. Ricordo una grande parata di Ospina sull’1-0 e la traversa. Sulla grande giocata di Insigne la Fiorentina ha perso cattiveria. Abbiamo concesso due-tre occasioni per errori nostri ma la differenza è stata l’aver segnato ogni occasione. Speriamo di disputare un’altra grande prova mercoledì”. Demme e Bakayoko. “Diego è importante per noi, al suo arrivo l’anno scorso ci ha regalato equilibrio; in 23-24 gare abbiamo segnato 50 gol e non è poco. Un po’ di equilibrio può mancare se si inserisce qualità in mediana; Demme, Zielinski e Lobotka sono calciatori di qualità e sono contento di averli. Poi certo, Demme può dare quantità che altri non hanno, così come equilibrio”. Zielinski. “Ha un buon passo e grandi qualità. Riesce ad inserirsi bene ed a calciare se messo negli ultimi 20-26 metri in posizione centrale. È meglio per lui avvicinarlo alla porta sempre più. Può giocare in tutte le posizioni, ma può migliorare sotto l’aspetto della mentalità oltre alla quantità”. Le urla nel secondo tempo sul 4-0. “Bisogne essere concentrati dopo il primo tempo sul 4-0. Ho alzato la voce perché se pensi che le gare siano finite, poi, non è facile. Potevamo essere più alti in classifica, molte gare in casa abbiamo sbagliato. Oggi era importante, ci tenevamo”. Condizioni fisiche di Petagna. “Ha preso una botta ed ha un problema al polpaccio. Ha recuperato in tre giorni anche tre settimane fa per la stessa botta”. Porta inviolata. “Contro Udinese ed Empoli abbiamo concesso tanto e non accadeva da tempo. Abbiamo lavorato a Castel Volturno sulla compattezza, sul prendere men imbucate e sugli scivolamenti a livello didattico. La squadra ha messo sul campo tutto ciò che avevamo preparato. Mi è piaciuta anche in fase di non possesso; con Lozano in fase di non possesso si poteva fare meglio perché Hysaj è stato costretto ad uscire fuori tempo con la Fiorentina sull’esterno. Questo è un aspetto che non ho gradito. In precedenza, invece, la fase difensiva non mi era piaciuta”. Pranzo di squadra. “Mi sono sentito dentro di farlo. I ragazzi li ho visti stanchi dal punto di vista mentale; meglio in alcuni casi andare a mangiare un buon piatto di pasta, bere un bicchiere di vino e dire due stron**te per tranquillizzarli. Se ha pagato Bakayoko? Pago io, non ha pagato nessuno”. Martedì cena in vista della Supercoppa? “Tante inesattezze erano state dette; io contro la squadra e loro che ce l’avevano con me. Sono possibili momenti di tensione nel calcio, ci stanno. Si raccontano, poi, storielle che a qualcuno piace raccontare; noi dobbiamo accettarlo. Per me, però, è un onore allenare questa squadra così forte tecnicamente. Possiamo migliorare; per diventare grandi serve cazzimma, un po’ di veleno. Serve il coltello tra i denti, non solo giocare sempre di fioretto”. Anche Lorenzo Insigne ha commentato il successo. “Sono contento ed orgoglioso di aver raggiunto questi traguardi con la maglia azzurra (99 gol, settimo in classifica dei top scorer, ndr) da napoletano. Ci voleva la vittoria e sono contento per questo; grande partita disputata, giocato da squadra. Nelle scorse gare abbiamo commesso qualche errore ma ci si può rifare subito, è questo il bello. Con il mister stiamo lavorando duramente, io e i miei compagni ci alleniamo bene. La Supercoppa? La Juve è avversario diverso rispetto alla Fiorentina, ha tanti campioni. Era importante però preparare la gara bene oggi. Proveremo ad arrivare alla gara preparati. Il pranzo? È stato un grande calciatore il mister e sa quando è meglio staccare; a volte meglio un giorno libero che uno di allenamento. È stato positivo ma da domani testa alla Juve, dobbiamo lavorare al massimo”. 

Giovanni Spinazzola 

17 Gennaio 2021 15:51 - Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2021 15:51
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi