12 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 12:48
SPORT
NAPOLI-FIORENTINA: Le pagelle di Giovanni Spinazzola
15 Settembre 2018 20:47 —

Karnezis 6: preferito ad Ospina reduce dal viaggio intercontinentale, il greco respinge bene sulla conclusione di Eysseric e poi il nulla. Buona guardia. 
Hysaj 6: spinge poco l’albanese, forse stanco dalle gare con la nazionale; meglio in fase passiva che in quella offensiva. 
Maksimovic 6,5: rispolverato dal 1’ per dare riposo ad Albiol, il serbo gioca un’ottima gara dimostrando di poter essere una valida alternativa ai due titolari.  
Koulibaly 6: qualche fallo di troppo per uno abituato a giocare sempre molto pulito. Il fisico l’aiuta.
Mario Rui 7: il portoghese se la deve vedere nuovamente con Chiesa dopo Italia-Portogallo. Memore della gara in nazionale, il lusitano gli prende le misure e lo ferma sempre. Una prestazione super. 
Allan 7: solito motorino; uomo ovunque del Napoli, si prende anche licenze offensive anche se le conclusioni in porta non sono proprio il meglio del repertorio. 
Hamsik 6,5: in crescendo. Il capitano diventa sempre più padrone della nuova porzione di campo; alterna lanci lunghi a gioco nello stretto, sempre ragionato. Chiude con i crampi. 
Zielinski 6: inizio tutt’altro che esaltante; il polacco cresce con il passare dei minuti ma sbaglia troppo in fase realizzativa. Sbaglia la rete del possibile 2-0. 
Callejon 6,5: Gioca ala destra nel 4-4-2 ed interpreta alla perfezione quella parte. Non disdegna gli inserimenti in area ma offre copertura ed equilibrio alla squadra. 
(Dal 70’ Ounas 6: un furetto in grado, con il cambio di passo, di mettere in difficoltà gli avversari. È difficile toglierli la palla dai piedi). 
Mertens 5,5: non una gran partita, la sua. Nel 4-4-2 disegnato da Ancelotti, si alterna con Insigne nel ruolo di prima punta. Unico acuto il tiro a giro da sinistra di un soffio fuori. 
(Dal 57’ Milik 6,5: Gioca centravanti boa modello pallanuoto; difende palla, fa salire la squadra e smista per i compagni. Regala l’assist ad Insigne per il gol partita e poi non capitalizza una buona occasione a tempo scaduto). 
Insigne 7: ha il merito di realizzare un gol pesantissimo da tre punti quando la gara sembrava destinata al pareggio; non una gran gara la sua, ma l’inserimento da punta vera ed il gol sono pesantissimi.  
(Dal 82’ Rog S.V.)
All. Ancelotti 7: s’inizia ad intravedere il suo Napoli. Re Carlo disegna una squadra compatta, con il 4-4-2 e due esterni in grado di difendere ed attaccare con due avanti “piccolini”. Poi, nel momento giusto, inserisce Milik e vince la gara.  

15 Settembre 2018 20:47 - Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2018 20:47
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi