03 Aprile 2020 - Aggiornato alle 08:02
SPORT
Napoli-Inter: "Dirige Doveri, è l'occasione per risorgere dalle ceneri come l'Araba Fenice" di Giovanni Spinazzola
02 Gennaio 2020 16:23 —

Il Napoli è al lavoro a Castel Volturno agli ordini di Gennaro Gattuso; non c’è tempo da perdere, con la squadra che s’è allenata anche nel giorno di San Silvestro. Oggi, invece, sessione mattutina al centro tecnico; la squadra ha sostenuto la sessione di allenamento distribuita sui campi 2 e 3. Inizio dedicato a circuiti di attivazione e torelli. Di seguito lavoro finalizzato al possesso palla. Successivamente posizionamenti di gioco ed esercitazioni tecnico tattiche. Chiusura con partitina a campo ridotto.

Lavoro personalizzato per Ghoulam e Mertens. Lavoro personalizzato in campo e terapie per Koulibaly. Fabian non ha preso parte alla seduta per uno stato febbrile. Domani seduta mattutina.

D’altronde il nuovo anno prospetta un poker da far tremare i polsi; Inter al San Paolo nella sera della Befana, poi la Lazio all’Olimpico e Fiorentina-Juve entrambe nel catino di Fuorigrotta. Due le strade; o il Napoli dimostrerà di essersi ripreso, risorgendo dalle sue ceneri come l’Araba Fenice oppure si vivrà un altro mese di passione, per un qualcosa di molto simile alla Via Crucis del venerdì santo. Di sicuro il tecnico dovrà fare di necessità virtù e contare solo sui giocatori avuti a disposizione fin qui; il mercato, infatti, non ha portato novità.

La dirigenza, infatti, è al lavoro ma va al rilento, come sempre accade con la società azzurra. Lobotka è vicinissimo ma non troppo; i partenopei hanno offerto 16 milioni di euro più due di bonus a fronte dei 20 richiesti dal Celta Vigo. Probabilmente, per ridurre ancora le distanze, passerà qualche altra settimana. Il Milan, intanto, domani presenterà Ibrahimovic e la Juve ha già chiuso per Kulusevski (ma forse lo avrà a partire da giugno). Rinforzi dovrebbero arrivare anche sulla corsia mancina difensiva, considerato come Ghoulam non dia garanzie; Ricardo Rodriguez è sempre una possibilità ma – nelle ultime ore – ha preso quota l’ipotesi Leonardo Koutris, 24enne dell’Olympiakos, origini brasiliane ed un fisico quasi da corazziere.

Dalla Cina, invece, potrebbe arrivare Yannick Ferreira Carrasco, stanco della Super League e determinato a tornare in Europa; sul ragazzo, però, c’è anche il Betis Siviglia. Il belga, però, è l’esterno offensivo chiesto da Gattuso, con il tecnico che ribadirà oggi pomeriggio nel summit con il ds Giuntoli la necessità del regista e dei cursori di fascia.

Capitolo Mertens; il belga è cercato da Inter e Roma in Italia mentre spinge il Borussia Dortmund in Germania. Il belga, tuttavia, sta temporeggiando in attesa di capire le mosse del club partenopeo; la fumata bianca sul rinnovo potrebbe arrivare sulla base di un biennale da 4,2 milioni più opzione per il terzo anno a fronte della richiesta di un triennale, con incarico dirigenziale al termine della carriera da calciatore.

Designata, intanto, la sestina arbitrale che dirigerà il big match del San Paolo. Fischerà Doveri, con Passeri e Del Giovane assistenti e Fabbri quarto uomo. Calvarese il VAR, mentre l’AVAR Giallatini.

 

02 Gennaio 2020 16:23 - Ultimo aggiornamento: 02 Gennaio 2020 16:23
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi