17 Maggio 2021 - Aggiornato alle 17:05
SPORT
Napoli-Juventus: 1-0. "Bentornati azzurri" di Giovanni Spinazzola
13 Febbraio 2021 21:46 —

Bentornato Napoli. Gli azzurri risorgono proprio contro la Juve, la squadra che le aveva strappato la Supercoppa e conquistano tre punti pesantissimi in ottica campionato. Una sfida epica, una formazione coriacea, stoica fino all’ultimo secondo di gioco, con due calciatori infortunati in campo e sette – di cui sei titolari – indisponibili. Si potrebbe scrivere un libro intero sulla gara di stasera, su come un’armata di 11 eroi (anzi, 15, compresi i cambi) sconfisse la superfavorita, per un vero e proprio upgrade di Davide contro Golia. Serviva la gara perfetta e così è stato. Gattuso, a differenza del mese scorso, se l’è giocata alla sua maniera, a viso aperto, anche perché c’era poco da difendere. Attaccare la Juve in faccia, senza timori reverenziali, con quattro calciatori offensivi più Zielinski. Roba che, forse, nemmeno Guardiola. Altro che tecnico difensivista; Ringhio ha messo in pratica ciò che aveva in mente fin dallo scorso settembre e che solo in pochissime occasioni ha potuto trasportare sul rettangolo verde. Attacco sulle fasce, al centro, e via a mettere paura ai bianconeri, stando attenti anche in copertura. Ebbene, Rrahmani e Maksimovic hanno scelto la gara perfetta per mostrare al mondo intero le loro qualità; sembravano Cannavaro e Nesta, a dimostrazione di come anche la coppia di riserva possa regalare le fortune agli azzurri. Una partita di squadra dicevamo, sbloccata da u rigore sacrosanto con il Napoli che si è difeso quando necessario per poi rispondere colpo su colpo. Osimhen e l’infortunio occorso a Lozano (risentimento alla coscia destra secondo il primo responso) le note negative di una serata che dev’essere il nuovo punto di partenza del Napoli. La stagione è ancora lunga, c’è molto da giocare e tutto può accadere. Consapevolezza e motivazioni devono ora tornare ai massimi livelli, perché questo gruppo può davvero raggiungere ogni tipo di risultato, con cuore, coraggio, veleno e sacrificio, armi fondamentali al giorno d’oggi.  

13 Febbraio 2021 21:46 - Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2021 21:46
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi