27 Giugno 2019 - Aggiornato alle 06:14
SPORT
Napoli-Juventus: Ancelotti, "ci sono le motivazioni per battere la Juve"
02 Marzo 2019 21:15 —

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Juventus.

"Abbiamo convinzione e motivazioni per cercare il successo contro la Juve. Ci giochiamo una partita importante contro la squadra più forte. Abbiamo la voglia di dimostrare di essere competitivi contro la prima in classifica. Il gruppo sta molto bene sia fisicamente che mentalmente e credo sia un momento propizio per affrontare la Juve".

Pensa che Ronaldo sarà in campo?

"Ronaldo ho sempre piacere di incontrarlo personalmente. Poi se gioca sarà un problema in più per noi però credo che sia giusto così. Per l'economia dello spettacolo è meglio stia in campo un calciatore così forte".

De Laurentiis ha detto che il suo sogno è che Ancelotti stia a Napoli fino al termine della carriera.

"È un’ipotesi che posso considerare, è un discorso comunque a lungo termine perché ancora non ci penso alla pensione. Io mi trovo molto bene in questa Società, il Club si trova bene con me e quando c’è sintonia è bello andare avanti insieme".

Pensa che Allegri sia un allenatore simile a lei?

"Allegri è un tecnico molto pratico che legge bene i calciatori e prepara benissimo le partite. È più focalizzato sulle caratteristiche dei giocatori che sui moduli. Io in linea di massima la penso come lui".

Qual è oggi la differenza tra il Napoli e la Juventus che ha vinto 7 scudetti consecutivi?

"La Juve ha qualità, personalità, tecnica, esperienza, storia e potenza economica. Noi non abbiamo ancora tutte queste qualità, cercheremo di rispondere indirizzando la partita sul gioco e sulla intensità. C’è la consapevolezza che in questo momento stiamo molto bene come hanno dimostrato sotto il profilo delle prestazioni le partite con Fiorentina, Torino e Parma. Quindi sono fiducioso per la sfida di domani".

Il San Paolo tornerà quello delle grandi occasioni.

"Sicuramente avere il San Paolo pieno conferisce una atmosfera speciale. Credo che siamo nelle condizioni ottimali anche ambientali per poter vincere contro la prima della classe".

Credete ancora che la sfida scudetto non sia chiusa?

"Non ci sono molti discorsi da fare su questo argomento. Vincere domani ci darebbe la possibilità di restare in lotta. Altri risultati no. Quindi vincere sarebbe importante per tenere alta la motivazione, ma anche per confermare la crescita che ha avuto la squadra".

Ha già in mente chi andrà in campo?

"Non ho ancora deciso la formazione ma quello che posso dire è che giocheremo all’attacco".

La Juventus rappresenta lo strapotere del Nord, il Napoli è l'unica squadra che tiene alta la bandiera del Sud. È un ruolo che la stimola?

"Che il Napoli sia paladino del Sud ci fa piacere perché c’è un netto divario calcistico geografico tra Nord e al Sud. Però spero che ci saranno in futuro anche altre squadre del meridione che possano tornare in auge, perché al Sud c'è grande passione per il calcio. Per il momento il fatto che il Napoli possa assumere questo ruolo di capofila per cercare di competere il Nord calcistico è certamente intrigante”.

Il Napoli di Ancelotti gioca il miglior calcio d'Italia?

“Il migliore non lo so e neppure mi interessa tanto. È un calcio che mi soddisfa e che sono curioso di vedere domani. Abbiamo le potenzialità e la condizione di fare una grande gara”.

Giovanni Spinazzola

02 Marzo 2019 21:15 - Ultimo aggiornamento: 02 Marzo 2019 21:15
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi