22 Febbraio 2020 - Aggiornato alle 00:36
SPORT
Napoli-Juventus: "La sfida che può risollevare il morale" di Giovanni Spinazzola
25 Gennaio 2020 19:09 —

La data cerchiata di rosso sui calendari di tutti i tifosi del Napoli è arrivata. Al San Paolo arriva la Juventus dei grandi nemici Gonzalo Higuain e Maurizio Sarri, tanto amati ed odiati come quelle ex mogli che ti tradiscono con il tuo migliore amico. Certo, i tifosi si aspettavano che potesse valere un pezzetto di scudetto, che potesse essere una gara più equilibrata, soprattutto dal punto di vista della classifica, come accaduto nelle ultime stagioni, ma la crisi in cui è incappata la formazione azzurra ha, di fatto, compromesso tutto. Napoli-Juventus, però, è un po’ una gara a sé; è la sfida che può risollevare il morale di tutto l’ambiente e, magari, guardare con ottimismo alla seconda parte di stagione, provando a lanciare la ricorsa europea. Il successo contro la Lazio in Coppa Italia è stata un’iniezione di fiducia per tutto l’ambiente ma la “nuttata” non è ancora passata. Anche contro i biancocelesti, infatti, vi sono stati errori marchiani, topiche che potrebbero costare carissime al cospetto di una super formazione come quella bianconera. Battere Sarri, però, non ha prezzo; infliggere la terza sconfitta stagionale al tecnico che ha fatto sognare un’intera città è l’obiettivo della squadra azzurra ma anche dei supporters pronti – come accaduto martedì – a riempire il San Paolo (saranno in 40mila almeno) ed a spingere gli uomini di Gattuso verso l’impresa. Certo, la squadra è ancora in emergenza e servirà davvero gettare il cuore oltre l’ostacolo, perché Rino non ha recuperato nessuno e, quindi, alcuni saranno costretti ancora a giocare fuori ruolo oppure agli straordinari. A Castel Volturno, infatti, terapie e lavoro personalizzato in campo per Ghoulam, Mertens e Koulibaly, mentre terapie e lavoro personalizzato in palestra per Younes (in uscita, però). Ospina non si è allenato per una gastroenterite. Recuperato solo Maksimovic per la panchina, come ha spiegato Gattuso che ha diramato l’elenco dei convocati nel pomeriggio. Ecco la lista.

I CONVOCATI - Karnezis, Meret, Ospina, Di Lorenzo, Hysaj, Luperto, Maksimovic, Manolas, Mario Rui, Demme, Elmas, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Callejon, Insigne, Llorente, Lozano, Milik, Leandrinho.

In casa azzurra, quindi, classico 4-3-3 con Demme davanti alla difesa – Allan, ko, è in Brasile – con Fabian Ruiz e Zielinski mezz’ali. Callejon ed Insigne, invece, saranno ai lati di Milik, mentre in difesa ancora Di Lorenzo adattato al centro accanto a Manolas con Hysaj e Mario Rui terzini davanti ad Ospina.

La Juve, invece, punterà sull’ex Higuain, sempre in gol al Napoli con la maglia della Juve; l’argentino accanto a Ronaldo supportati da Ramsey. In mediana Bentancur, Pjanic e Rabiot mentre in difesa De Ligt e Bonucci al centro con Cuadrado e Alex Sandro terzini davanti a Szczesny.

Probabili formazioni

Napoli (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne.

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Ramsey; Higuain, C. Ronaldo.

25 Gennaio 2020 19:09 - Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2020 19:09
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi