21 Gennaio 2022 - Aggiornato alle 04:02
SPORT
Napoli-Lazio: "Operazione Riscatto" di Giovanni Spinazzola
27 Novembre 2021 21:37 —

Operazione riscatto. Il Napoli, dopo la sconfitta in campionato della settimana scorsa contro l’Inter e quella in Europa League per mano dello Spartak deve ora necessariamente mostrare i muscoli e fare la voce grossa. Nulla è compromesso, gli azzurri sono sempre primi in classifica ma devono ora rispondere con i fatti sul campo a quanto accaduto negli ultimi sette giorni. Ed al Maradona arriva uno degli avversari più duri, la Lazio dell’ex tanto amato Maurizio Sarri, il comandante degradato, il nemico numero uno dopo il suo passaggio alla Juve. Amici contro Insigne ed Immobile, ma sul terreno di gioco non ci sarà tempo per pensare ai sentimenti. Quelli saranno riservati tutti a Diego Maradona nel pre gara, considerato come si terrà la celebrazione della donazione della statua del D10S, la scultura con la mano ed il piede sinistro placcati in oro. Il giro di campo, poi la collocazione nel ventre dello stadio intitolato a suo nome, a poco più di un anno dalla scomparsa; commozione ed applausi, con la cerimonia che inizierà poco dopo le 19. E proprio per questo i cancelli dell’impianto apriranno alle 16. Tornando al campo, però, il Napoli sarà chiamato a vincere ad ogni costo; ulteriori passi falsi non saranno ammessi, anche perché potrebbero aprire la strada della crisi. Spalletti è sempre in emergenza ma, almeno, ha recuperato Demme – ormai negativo – e Fabian Ruiz, bloccato da un problemino a Mosca. Non è certo il massimo, considerati i tanti indisponibili, ma è pur sempre meglio di niente.

A dirigere la gara sarà Orsato di Schio. Assistenti: Mondin-Ranghetti. IV: Cosso. VAR: Di Paolo-Vivenzi. Proprio l’arbitro veneto che, ancora oggi, deve dare una spiegazione su quel famoso Inter-Juve del 2018 ed il colpo da kung fu di Pjanic mai sanzionato. L’ultimo precedente con il Napoli del fischietto, peraltro, risale ad un Lazio-Napoli del dicembre scorso (2-0 per i biancocelesti).

La gara, con calcio d’inizio alle 20.45, sarà in diretta streaming su Dazn.

In casa azzurra sarà 4-3-3 con Insigne e Lozano ai lati di Mertens, anche se “Ciro” è in ballottaggio con Petagna. Una chance di partire dal 1’, però, ce l’ha anche Elmas una chance, con il macedone che potrebbe far rifiatare in mediana Zielinski. Certi del posto, invece, Fabian Ruiz e Demme. In difesa torna Ospina tra i pali e Rrahmani al centro accanto a Koulibaly, con Di Lorenzo e Mario Rui terzini.

Lazio con il consueto 4-3-3 e tridente ormai classico formato da Felipe Anderson e Pedro ai lati di Immobile; Cataldi, Milinkovic-Savic e Luis Alberto in mediana mentre in difesa Luiz Felipe ed Acerbi al centro con Lazzari ed Hysaj terzini. Tra i pali l’altro grande ex, Pepe Reina.

Probabili formazioni

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mário Rui; Demme, Ruiz, Zielinski; Insigne, Mertens, Lozano.

Lazio (4-3-3): Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Sergej Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Pedro.

27 Novembre 2021 21:37 - Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2021 21:37
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi