05 Dicembre 2021 - Aggiornato alle 18:13
SPORT
Napoli-Legia Varsavia: 3-0. "Certezze e conferme" di Giovanni Spinazzola
22 Ottobre 2021 11:46 —

Un Napoli a due facce. Gli azzurri raddrizzano il girone di Europa League centrando la prima vittoria in questa edizione contro il Legia Varsavia, la capolista del gruppo. Un successo fondamentale per continuare a puntare al passaggio del turno, l’obiettivo di questa stagione come spiegato anche da Spalletti nella conferenza stampa pre gara. La serata di Europa League, in un’atmosfera certamente non “da grandi occasioni” ma comunque accogliente e calda (merito anche di uno sparuto gruppo di tifosi polacchi presenti in tribuna e scatenati come non mai) ha regalato a Spalletti certezze e conferme e soprattutto buone notizie, davvero tante. In primis la tenuta di Diego Demme, al ritorno dal 1’ dopo l’infortunio di luglio. L’ex Lipsia, in mediana, ha offerto una prova solida, candidandosi ad una maglia da titolare anche contro la Roma, visti i problemi fisici di Zielinski. Da Demme a Juan Jesus, buona la prima anche per il brasiliano; non giocava titolare da due anni l’ex Roma ma ha offerto una gara solida, di sostanza, senza alcuna sbavatura. Certo, l’avversario non era certo un fulmine di guerra, ma tanto basta per guardare con ottimismo al futuro e sapere – in attesa di Ghoulam – di avere a disposizione un’alternativa più che valida in panchina. La terza buona notizia è arrivata da Mertens; il belga non ha segnato, ha sbagliato un paio di occasioni, ma è apparso vivo, in crescita, così come Insigne che finalmente si è sbloccato. La certezza, invece, arriva da Victor Osimhen; l’attaccante nigeriano è super ed è imprescindibile per il Napoli. Il 9 vive un momento d’oro e l’azione del momentaneo 2-0 che ha ricordato quello di Bale in una finale di Coppa del Re contro il Barcellona, è stata devastante. Gli azzurri hanno risolto la pratica polacca in poco più di un quarto d’ora, quello finale di gara, dopo un primo tempo decisamente sottotono; a due facce, insomma, considerato come nella prima frazione di gioco la squadra è sembrata lenta e compassata, quasi ad adeguarsi al 5-3-2 del Legia arrivato a Napoli per conquistare il pareggio e blindare la prima posizione. Gli azzurri, invece, tra due settimane, stavolta nella capitale polacca, hanno l’opportunità di completare la rimonta con il sorpasso proprio sugli avversari e guardare con ottimismo alle ultime due gare del girone.

22 Ottobre 2021 11:46 - Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2021 11:46
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi