21 Settembre 2018 - Aggiornato alle 21:30
SPORT
Napoli-Milan: Le pagelle di Giovanni Spinazzola
26 Agosto 2018 00:30 —

Ospina 6: sul primo gol è incolpevole, sul secondo forse si butta in leggero ritardo. Ottima la sua uscita fuori area. Debutto positivo. 
Hysaj 6: in difesa non fa passare nessuno ma si perde Borini in occasione del vantaggio rossonero. Discreta la spinta. 
Albiol 6,5: non marca Bonaventura in occasione dell’1-0 ma poi è perfetto su Higuain, sempre disinnescato. 
Koulibaly 6,5: solito muro invalicabile. Nei duelli uomo a uomo non si passa, tenta anche le sortite offensive. 
Mario Rui 6: ha la sua dose di responsabilità sul raddoppio milanista. Gara diligente, i cross però non sono sempre precisi. 
(Luperto s.v.)
Allan 7,5: solito mastino. È uomo ovunque il brasiliano, addirittura il primo dei suoi ad impegnare Donnarumma. Recupera un’infinità di pallone, imprescindibile, ma realizza anche l’assist per il 3-2. Clonatelo! 
Hamsik 6: alcuni lanci illuminanti, il gioco sempre tra i suoi piedi ed una gestione del pallone a tratti giusta. Ma il capitano deve acquisire più personale. 
(Mertens 7: entra ed agisce da seconda punta alle spalle di Milik. Dialoga con Insigne nel 4-4-1-1 disegnato da Ancelotti e si fa trovare al posto giusto nel momento giusto per realizzare il gol del definitivo 3-2). 
Zielinski 8: un primo tempo a prendere le misure, un secondo tempo ad abbattere a picconate la difesa del Milan. Sinistro e destro malefici ed altre due occasioni. Immenso. 
(Diawara 6: centrocampista centrale nel 4-4-1-1, si mette a fare filtro alla difesa). 
Callejon 6,5: regala l’illusione del gol agli oltre 35mila del San Paolo; lo spagnolo è un moto perpetuo sulla fascia destra, già indispensabile per Ancelotti. 
Milik 6: spento e sempre in ritardo all’appuntamento con il pallone, un solo squillo nel primo tempo disinnescato da Donnarumma. 
Insigne 6: non la sua miglior partita in azzurro; un paio di conclusioni vicine al gol ma anche qualche errore di troppo. 
Ancelotti 7,5: il Milan lo mette in difficoltà, Gattuso gli tira un brutto scherzo ma lui caccia dal cilindro la mossa del cambio modulo; dal 4-3-3 al 4-4-1-1 con Mertens a supporto di Milik. Banco saltato e vittoria al debutto al San Paolo. La sua mano si vede eccome.

26 Agosto 2018 00:30 - Ultimo aggiornamento: 26 Agosto 2018 00:30
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi