25 Settembre 2022 - Aggiornato alle 12:42
SPORT
Napoli-Monza: 4-0. Le pagelle di Giovanni Spinazzola
22 Agosto 2022 09:16 —

Meret 6,5: una sola parata impegnativa, poi un pomeriggio davvero tranquillo.

Di Lorenzo 7: sempre più sicuro, alla prima al Maradona con la fascia al braccio, non patisce l’emozione.

Rrahmani 7: vale lo stesso discorso per Meret; ordinaria amministrazione, subisce anche il fallo di Petagna in occasione della rete annullata ai brianzoli.

Kim Min Jae 7,5: Pericolosissimo in attacco, sfiora il gol nel primo tempo, poi aggiusta la mira nella ripresa per il 4-0 che chiude la contesa. In difesa sempre più autoritario.

Mario Rui 7: una sorta di terzino 2.0. Parte in quella porzione di campo, ma poi si alza, spesso si accentra quasi a costruire il gioco insieme a Lobotka. È ormai indispensabile.

(dal 70’ Olivera 6: altri minuti preziosi nelle gambe).

Zielinski 7: sull’onda lunga della gara con il Verona, dimostra di essere in forma e si vede. Batte l’angolo da cui nasce il 4-0.

Lobotka 7,5: il padrone del centrocampo è lui e non vi sono dubbi a riguardo. Lo slovacco cuce gioco, recupera palloni e sa sempre cosa fare. Pazzesco, regala anche l’assist per il 3-0.

(Dal 78’ Politano s.v.).

Anguissa 8: devastante. Utilizzare altri aggettivi sarebbe riduttivo. Una diga davanti alla difesa, è imprendibile palla al piede. Sfiora anche il gol ed impreziosisce la sua gara con giocate d’alta scuola. L’assist per il 2-0 è tutto suo.

Lozano 6,5: forse un piccolo passo indietro rispetto alla gara contro il Verona. Il messicano si rende utile, partecipa alle azioni ma dovrebbe essere più ficcante perché ha le qualità.

(Dal 78’ Zerbin s.v.).

Osimhen 7,5: attivo e sempre partecipe, sbaglia un gol clamoroso nel primo tempo prima di riscattarsi nel recupero, proprio come accaduto a Verona. Nella ripresa lavora con i compagni.

(Dall’84’ Ounas s.v.).

Kvaratskhelia 9: un uragano. Ha spazzato via il Monza senza troppi complimenti, ha bruciato la fascia sinistra senza mostrare timori reverenziali per il Maradona. Un eurogol di destro, poi la doppietta con il mancino. È un fenomeno. Esce tra la standing ovation del Maradona.

(Dal 70’ Elmas 6: entra e, come sempre, gioca un po’ esterno ed un po’ mezzala. Si impegna).

22 Agosto 2022 09:16 - Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2022 09:16
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi