23 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 05:02
SPORT
Napoli-Roma: 4-0. Le pagelle di Giovanni Spinazzola
29 Novembre 2020 23:08 —

Meret 6,5: sempre attento le – poche – volte chiamate in causa. Altra buona prova per il numero 1.

Di Lorenzo 6,5: dalle sue parti spinge a tutta fascia Spinazzola e si allarga Mkhitaryan ma il terzino ha giocato una buona gara. In crescendo rispetto alla disastrosa prova contro il Milan.

Manolas 7: non ha pietà per i suoi vecchi colori. Dzeko disinnescato, così come Mkhitaryan e Borja Mayoral quando entra.

Koulibaly 6,5: un inizio un po’ in sordina, con qualche errore di troppo anche in fase di appoggio. Cresce, però, con il passare dei minuti fino a trasformarsi in muro nel finale.

Mario Rui 6,5: il tacco volante con cui parte l’azione del 2-0 è di rara bellezza, quasi maradoniano. Il lusitano gioca a tutta fascia, copre e riparte, si propone e va al cross. Molto bene.

Fabian Ruiz 6,5: un inizio opaco, con appoggi per nulla precisi e poco filtro a centrocampo. Sembra apatico, come settimana scorsa. Poi, dal nulla, il dardo infuocato con cui trafigge Mirante ed un finale a mille all’ora.

Demme 7: sostituisce – benissimo – Bakayoko. Filtro importante a centrocampo, corre a perdifiato su ogni pallone andando a contrastare ogni avversario. E, in più, si propone.

(Dall’84’ Lobotka s.v.).

Lozano 6,5: volenteroso, mette in costante difficoltà Spinazzola. Attacca e difende, ottime le due fasi anche se perde un po’ di lucidità sotto porta.

(dal 67’ Politano 7: entra e realizza un gol quasi “maradoniano” con serpentina in area e tre avversari dribblati, portiere compreso. Che gol).

Zielinski 6,5: in crescendo. Quando parte palla al piede in percussione centrale diventa un rebus complicatissimo per la Roma. A tratti il vero Zielinski.

(dal 77’ Elmas s.v.)

Insigne 8: una punizione capolavoro (alla Maradona) ad aprire la partita, con dedica – manco a dirlo – a Diego, presente anche sulla fascia da capitano. L’assist a Fabian Ruiz per il 2-0 ed una partita completa. Unico neo? Spesso ha tardato a servire il compagno piazzato meglio.

Mertens 7: una gara sottotono per oltre un’ora, fino al gol di rabbia, con violenza per il 3-0. Ciro, da prima punta, ha giocato una gara a due facce; in difficoltà nel primo tempo, folletto imprendibile nella seconda porzione di match.

29 Novembre 2020 23:08 - Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2020 23:08
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi