13 Novembre 2019 - Aggiornato alle 00:02
SPORT
Napoli-Salisburgo: "Gara fondamentale per evadere dalla palude" di Giovanni Spinazzola
04 Novembre 2019 19:38 —

Il campionato è la triste realtà, ma il Napoli può evadere da una situazione davvero pessima, negativa, nell’unica isola felice di questa stagione, la Champions League. In ambito europeo – partita con il Genk a parte – la squadra azzurra è tutta un’altra formazione; cattiva, bella da vedere, capace di giocare un gran calcio e di mettere sotto qualsiasi tipo di avversario, di ogni spessore. Non è un caso, infatti, che i partenopei siano primi in classifica nel loro gruppo, davanti anche ai Campioni d’Europa del Liverpool, battuti al San Paolo 2-0 nella gara inaugurale. E, dopo due trasferte, si ritorna al San Paolo con una gara fondamentale; in caso di successo, infatti, arriverebbe il pass per gli ottavi, mai raggiunti negli ultimi due anni. Ancelotti ne è cosciente e per questo ha preferito mettere da parte critiche e malumori; c’è da restare compatti e remare tutti nella stessa direzione, perché l’obiettivo è assolutamente prioritario. In Serie A c’è tempo per recuperare (già, ma è necessario darsi una mossa), e centrare gli ottavi con due giornate d’anticipo darebbe anche una spinta morale notevole in un ambiente abbastanza depresso, soprattutto dopo l’ultima settimana. Chissà se servirà il ritiro, imposto dal Presidente De Laurentiis che ha trovato Ancelotti contrario; è bene, però, riordinare le idee e trovare quella concentrazione necessaria per arrivare alla sosta con due successi nelle prossime due gare. Attenzione, però, al Salisburgo; gli austriaci, già due settimane fa, misero in difficoltà i partenopei, con quell’Haaland scatenato ed autore di una doppietta. Sarà necessaria la partita perfetta, servirà il Napoli “bello di notte”, quello formato europeo. Dovrà volare un po’ come le Frecce Tricolori che proprio oggi hanno solcato i cieli della città partenopea nel giorno della festa delle Forze Armate. Il San Paolo sarà pronto a spingere i suoi beniamini verso il successo, ma anche la squadra in campo dovrà mostrare di che pasta sia fatta.

Ancelotti, al termine dell’allenamento (sessione iniziata sul campo 2 con riscaldamento e serie di torelli, poi esercizi di reattività e lavoro tecnico tattico e chiusura con partitina a campo ridotto), ha diramato la lista dei convocati. Non vi sono Allan e Ghoulam; il brasiliano ha svolto parte dell'allenamento in gruppo e parte differenziato, mentre l’algerino prosegue le terapie. Ecco la lista.

I convocati: Allan, Callejon, Di Lorenzo, Elmas, Fabian Ruiz, Gaetano, Hysaj, Insigne, Koulibaly, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Maksimovic, Manolas, Mario Rui, Meret, Mertens, Milik, Ospina, Zielinski.

Il tecnico potrebbe puntare sull’attacco piccolo e veloce con Mertens e Lozano ma non è escluso l’impiego di Llorente; in mediana Elmas possibile dal 1’ al posto di Zielinski con Fabian Ruiz al suo fianco mentre Callejon ed Insigne esterni. In difesa Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Mario Rui davanti a Meret.

Sarà 4-4-2 anche per il Salisburgo con Haaland affiancato da Hwang; a centrocampo Daka e Minamino esterni con Januzovic e Szoboszlai al centro. In difesa Kristensen, Ramalho, Wober ed Ulmer davanti a Carlos.

Probabili formazioni

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mário Rui; Callejon, Elmas, Fabian Ruiz, Insigne; Mertens, Lozano. All. Carlo Ancelotti

Salisburgo (4-4-2): Carlos; Kristensen, Ramalho, Wober, Ulmer; Daka, Januzovic, Szoboszlai, Minamino; Haaland, Hwang. All. Jesse Marsch

04 Novembre 2019 19:38 - Ultimo aggiornamento: 04 Novembre 2019 19:38
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi