24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 04:04
SPORT
Napoli-Sampdoria: Quagliarella e Gabbiadini, attenti a quei due
02 Febbraio 2019 00:02 —

Il Napoli deve cancellare la settimana horribilis che ha visto la squadra prima pareggiare a San Siro contro il Milan in campionato e poi perdere in Coppa Italia sempre per mano dei rossoneri, con tanto di eliminazione. Le critiche sono piovute sul capo dei calciatori come la pioggia di questi ultimi giorni, copiosa ed incessante; il tempo dei jolly, d’altronde, è finito ed il Napoli deve dimostrare di che pasta sia fatto. Il tutto ad iniziare dalla Sampdoria degli ex Quagliarella e Gabbiadini (l’altro ex gioca in difesa, Lorenzo Tonelli), due bocche di fuoco pronte a regalare un dispiacere ai suoi ex tifosi. Fabio, tra l’altro, non è nuovo del genere ed ha già punito Ancelotti nella gara d’andata; tra l’altro il 27 blucerchiato sta vivendo una seconda giovinezza ed ha appena raggiunto il record di Batistuta riguardo le reti consecutive segnate. Insomma, proprio una bella gatta da pelare in un momento in cui la squadra sta dimostrando di essere sulle gambe, forse per i carichi di lavoro eseguiti durante la sosta. I tre punti, però, sono una priorità, anche per un rilancio d’immagine in vista dei prossimi impegni. I partenopei, impegnati alle 18, sono chiamati a dare una prova di maturità, con l’attacco finito sotto accusa, anche per un Insigne con le polveri bagnate, senza reti da oltre tre mesi, un’enormità per chi ha saputo trascinare la squadra nella prima parte di stagione. La reazione, quindi, è attesa da tutto il San Paolo, anche se l’impianto di Fuorigrotta non sarà certo pieno, con una prevendita fin qui tutt’altro che esaltante. Spetterà agli azzurri attirare di nuovo i tifosi allo stadio, perché se il primo obiettivo è andato via, vi sono sempre campionato ed Europa League.

Al termine dell’allenamento (attivazione a secco in avvio e di seguito torello, poi lavoro finalizzato alla reattività e seduta tattica prima della chiusura con partitina a campo ridotto), Ancelotti ha diramato la lista dei convocati. Assente, ovviamente, Fabian Ruiz squalificato (ingiustamente, è bene ricordarlo) ed Amin Younes.

I convocati: Meret, Ospina, Karnezis, Mario Rui, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Luperto, Malcuit, Hysaj, Albiol, Zielinski, Allan, Diawara, Hamsik, Verdi, Mertens, Callejon, Milik, Insigne, Ounas.

Ancelotti, nel suo solito 4-4-2, dovrebbe confermare Malcuit terzino destro con Mario Rui sull’out opposto e la coppia Maksimovic-Koulibaly (Albiol non è al meglio) al centro. In mediana Allan ed Hamsik con Callejon e Zielinski esterni (ma chance anche per Verdi) mentre in attacco dovrebbe essere Milik la spalla di Insigne.

Giampaolo deve rinunciare a Praet squalificato ma anche a Caprari, Sala e Barreto infortunati; nel 4-3-1-2 Quagliarella e Gabbiadini in attacco con Ramirez trequartista. In mediana Linetty, Ekdal e Jankto mentre in difesa Colley ed Andersen al centro con Bereszynski e Murru terzino davanti ad Audero.

Probabili formazioni

Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski; Insigne, Milik. Allenatore: Ancelotti

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Colley, Andersen, Murru; Linetty, Ekdal, Jankto; Ramirez; Quagliarella, Defrel. Allenatore: Giampaolo

La sfida sarà diretta dal sig. Pairetto di Torino. Assistenti: De Meo-Longo. IV Uomo: Pezzuto. Assistenti: La Penna-Posado.

Giovanni Spinazzola

02 Febbraio 2019 00:02 - Ultimo aggiornamento: 02 Febbraio 2019 00:02
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi