25 Ottobre 2020 - Aggiornato alle 08:43
SPORT
Napoli-Sassuolo: 2-0. Gattuso, "Nuj siam a mur a mur co spital a nu pass do camposant"
26 Luglio 2020 00:39 —

Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, ha commentato ai microfoni di Dazn il successo sul Sassuolo.

“I giocatori hanno fatto il loro dvere? Non sono d’accordo. Se andiamo a vedere i dati, il Napoli ha creato nove palle gol nel primo tempo che doveva finire con tre gol di scarto. Per i dati che ci sono, segniamo poco e subiamo troppo. Si può rischiare qualcosa, ci sta, ma creiamo tanto a livello qualitativo. A Parma abbiamo fatto schifo nel primo tempo, nel secondo abbiamo fatto meglio. Su questo dobbiamo migliorare.

Gara al 50 e 50? Non sono d’accordo, ho visto un’altra partita dalla panchina. Il Sassuolo non ha fatto gol, il fuorigioco ma parte del gioco. Non si può paragonare quanto creato da noi e da loro. Chi non ha visto la partita i immagina, poi, una cosa diversa (il chiarimento con la giornalista, poi, arriva quasi a fine intervista. La collega intendeva 50 e 50 tra situazioni positive viste ed altre meno, ndr).

Dove dobbiamo migliorare? Dobbiamo giocare per 95’ con la testa. Non è semplice palleggiare, è un calcio pensante ma si deve occupare gli spazi in un certo modo r stare sul pezzo. Fabian Ruiz? Ha sbagliato tanto, i centrocampisti non sono stati all’altezza. Quest’anno abbiamo fatto tre campionati, dobbiamo dare ora minutaggio ai ragazzi. Mario Rui l’ho lasciato lavorare a Castel Volturno, nelle prossime gare farò così con qualcun altro.

Demme e Lobotka? Sono diversi come caratteristiche. Diego regala equilibrio, Stanislav sa palleggiare meglio. Sapevamo benissimo le loro caratteristiche quando decidemmo di prenderli entrambi, sono calciatori diversi. Sono contento, invece, della prestazione di Hysaj.

Sono contento di come abbiamo affrontato il Sassuolo, squadra capace di pareggiare con l’Inter e mettere in difficoltà la Juve. Non era semplice dopo il Parma; avevo chiesto di alzare l’asticella. Ora possiamo entrare nella storia del Napoli, perché mai il club si è qualificato per i quarti di Champions League. La città in questo momento non aiuta; fa caldo ed a casa non si può stare e vi sono posti incantevoli; le isole, le barche. In questo momento non è facile allenare una squadra come la mia. Abbiamo a tratti spento la luce, ho visto poco veleno nelle ultime giornate, al contrario di stasera; ecco perché mi è piaciuta la squadra. Il Barcellona? Loro hanno uno che prende la palla, ne salta 10 e la infila nel sette. Ripeto una battuta che già ho detto, Nuj siam a mur a mur co spital a nu pass do camposant" ovvero "noi siamo muro a muro con l'ospedale ad un passo dal cimitero.

Giovanni Spinazzola

26 Luglio 2020 00:39 - Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2020 00:39
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi