10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 13:38
SPORT
NAPOLI-SASSUOLO: Ultimo match del ciclo terribile degli azzurri. Ancelotti, nuovo turnover
06 Ottobre 2018 17:53 —

Il ricordo, bellissimo, è ancora vivo nelle menti soprattutto dei tifosi ma il Liverpool è ormai passato ed è tempo di pensare solo ed esclusivamente alla gara contro il Sassuolo, in programma domenica alle 18. È l’ultimo match del ciclo terribile prima della sosta per le nazionali ed il Napoli ha tutta l’intenzione di chiudere nel migliore dei modi questa prima parte di stagione, con un successo che rilanci la squadra e la tenga in scia alla Juventus dopo il ko nello scontro diretto. Non sarà semplice contro i neroverdi, perché De Zerbi ha dimostrato più volte di allenare una squadra organizzata, con un attacco senza punti di riferimento considerata la mobilità di Boateng falso nueve, affiancato da Berardi e Di Francesco. Servirà, quindi, la massima attenzione, perché vincere è fondamentale; in caso di sconfitta, infatti, i bianconeri allungherebbero ulteriormente in classifica e si subirebbe anche l’onta del sorpasso dal Sassuolo. A spingere la squadra un San Paolo non pieno come quello visto mercoledì ma con un buon numero di presenze, circa 30mila, con la prevendita che potrebbe avere un’accelerata nelle prossime ore, proprio a ridosso dell’incontro. Il Sassuolo è test probante per attacco e difesa, con il reparto arretrato chiamato a confermare i buoni dati delle ultime settimane – Juve esclusa – e la squadra che deve mostrare di aver assorbito completamente i nuovi diktat di Re Carlo, ormai osannato e venerato in città dopo il capolavoro.

Come accaduto praticamente sempre dal suo avvento sulla panchina azzurra, Ancelotti modificherà nuovamente la formazione per quest’ultimo impegno; si prospetta un turn over massiccio, con sei-sette cambi rispetto a quanto visto contro i Reds in Champions League.

Il tecnico dovrà fronteggiare la squalifica di Mario Rui, sostituito da Hysaj – in vantaggio su Luperto – con Malcuit a destra dopo la tribuna di mercoledì; al centro dovrebbero agire Albiol e Koulibaly anche se Maksimovic si candida per una maglia da titolare mentre in porta è ballottaggio Ospina-Karnezis. Dubbi anche a centrocampo con possibile chance dal 1’ per Diawara e Rog mentre in attacco dovrebbe riposare uno tra Milik ed Insigne, se non entrambi; in quel caso Verdi a ridosso di Mertens.

In casa Sassuolo, invece, l’unico dubbio riguarda l’attacco; Boateng (favorito) o Babacar? Berardi e Di Francesco, poi, a completare il tridente offensivo nel 3-4-3 di Roberto De Zerbi. Marlon, Magnani e Ferrari in difesa davanti a Consigli, mentre Lirola e Rogerio esterni a tutta fascia con Locatelli e Magnanelli al centro.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-4-2): Karnezis; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Luperto; Verdi, Allan, Diawara, Zielinski; Insigne, Mertens. A disposizione: Ospina, D'Andrea, Albiol, Malcuit, Rog, Fabian Ruiz, Ounas, Hamsik, Callejon, Milik. Allenatore: Ancelotti

SASSUOLO (3-4-3): Consigli; Marlon, Magnani, Ferrari; Lirola, Locatelli, Magnanelli, Rogerio; Berardi, Boateng, Di Francesco. A disposizione: Pegolo, Lemos, Sensi, Adjapong, Dell'Orco, Boga, Bourabia, Sernicola, Djuricic, Matri, Babacar, Brignola

Giovanni Spinazzola

06 Ottobre 2018 17:53 - Ultimo aggiornamento: 06 Ottobre 2018 17:53
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi