12 Luglio 2020 - Aggiornato alle 18:35
SPORT
Napoli-Spal: 3-1. "Gli azzurri tengono il passo dell'Atalanta a quattro giorni dalla sfida diretta" di Giovanni Spinazzola
28 Giugno 2020 22:21 —

Il Napoli vince anche contro la Spal e tiene il passo dell'Atalanta a quattro giorni dalla sfida diretta. Tre i punti in cascina, altrettanti recuperati alla Roma caduta contro la Roma ed avversaria domenica prossima al San Paolo. Missione compiuta contro la penultima in classifica ma tutt'altro che semplice. Avvio folgorante per i partenopei e subito in rete a mostrare una forza sul campo certificata da un gioco bello e spumeggiante. Regia ordinata di Lobotka, esterni offensivi come treni e mezz'ali più feroci di un leone affamato. Elmas più cattivo degli incursori della Marina, Fabian Ruiz a disegnare ed inventare calcio, mettendo in mostra le sue qualità e mostrando di essere di gran lunga il centrocampista più forte della Serie A. Una qualità eccelsa che la Spal ha sofferto fin dal primo minuto, chiudendosi in difesa per poi provare a ripartire come in occasione del gol dell'1-1, nato da un palo di Insigne, davvero sfortunato il capitano. Mai, però, s'è avuta la sensazione di non poter vincere la gara; troppo forte il Napoli, troppo ampio il divario tecnico tra le due formazioni ed infatti Callejon ha ristabilito le distanze prima del 3-1 in chiusura di tempo annullato per fuorigioco. A chi? Naturalmente ad Insigne, roba che nemmeno Paperoga. Il tris è poi arrivato nella ripresa con Younes, in rete al primo pallone toccato, esempio chiarissimo della profondità della rosa a disposizione di Gattuso in questo finale di stagione. Lozano, Younes e Milik in campo nella ripresa, un super lusso anche per qualche top club europeo. Ed infatti la panchina ha regalato linfa vitale agli azzurri, proprio come accaduto anche contro il Verona. Un Napoli extra large, una gran fortuna in un finale di torneo dove si scenderà in campo ogni tre giorni. E Rino ha potuto anche apprezzare le doti offensive di Petagna, azzurro in pectore. La difesa ha incassato gol oggi, ma ha dato segnali positivi, e la notizia più bella è il ritorno in campo di Manolas, pienamente recuperato. Si può anche abbozzare un sorriso, spento però dal successo esterno dell'Atalanta a Udine. Al Napoli toccherà fermare la corsa degli orobici, magari riscattando il furto con scasso subìto al San Paolo un girone fa. Si potrebbe iniziare a mettere a posto le cose. Finale dedicato al tecnico ed alla sua dedizione al lavoro. A gara terminata, Ringhio ha mandato in campo coloro non entrati in campo per una seduta di allenamento. Lavoro ed applicazione; la nuova formula vincente di un Napoli stasera bello e dominatore, proprio come capitato a Verona. 

28 Giugno 2020 22:21 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2020 22:21
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi