19 Aprile 2019 - Aggiornato alle 08:39
SPORT
NAPOLI-SPAL: Al Natale sereno ci ha pensato Albiol
22 Dicembre 2018 17:30 —

Il Napoli conquista tre punti fondamentali e mette un po’ di pressione alla Juventus, impegnata stasera contro la Roma ed ora a sei lunghezze. Un Natale sereno in casa azzurra, merito di Albiol – autore del gol decisivo – e soprattutto di Alex Meret, il portiere prelevato dall’Udinese ed alla seconda gara da titolare con i partenopei. Il classe ’97 ha dimostrato oggi di che pasta è fatto; il futuro è suo, ma anche il presente, con il San Paolo già ai suoi piedi, già in delirio dopo il miracolo e mezzo nei minuti di recupero. Poteva finire male, molto male, con tanto di struffoli di traverso (siamo pur sempre partenopei, il panettone lo lasciamo ad altri) perché la squadra non è riuscita a chiudere la partita quando doveva. Una gran mole di gioco, un possesso palla notevole e le tende piazzate nella metà campo avversaria per un tempo riguardevole di match non sono bastati a mettere al sicuro il risultato e risparmiare le coronarie dei tifosi. Il Napoli è caduto nuovamente nei suoi errori; il cinismo proprio non appartiene a questa squadra, ed Ancelotti dovrà lavorare molto su quest’aspetto, perché se da un lato è fondamentale saper soffrire e portare a casa i tre punti con il minimo scarto, dall’altro lo è anche sfruttare al massimo tutte le occasioni. Mertens ha centrato un palo clamoroso, lui ed Insigne non segnano da due mesi e di certo non può essere una notizia positiva. Milik, risparmiato per l’Inter, è rimasto in panchina per tutta la gara ed è servita l’incornata di Albiol per sbloccare una gara che poteva anche complicarsi, soprattutto nella ripresa, se il risultato fosse stato ancora di parità. I due “piccoletti” si conoscono a memoria, producono buon calcio, apprezzabile, in velocità e palla a terra, ma sembra stregata la porta ed in aiuto non sono arrivati nemmeno i centrocampisti, con un Zielinski a corrente alternata e Callejon sempre più abulico, con un Hamsik limitatosi al compitino. Insomma, se contro la Spal può anche bastare, di certo contro l’Inter servirà ben altro, perché i nerazzurri a San Siro sono squadra tosta ed il Napoli l’anno scorso non riuscì ad avere la meglio. Sotto l’albero sono arrivati i tre punti, in attesa di un regalo colorato di giallorosso stasera, è già tempo di pensare al boxing day. Santo Stefano non faccia scherzi, anche a Milano servono i tre punti, perché l’obiettivo è la vittoria.

Giovanni Spinazzola

22 Dicembre 2018 17:30 - Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2018 17:30
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi