29 Settembre 2020 - Aggiornato alle 05:04
SPORT
Napoli-Spal: "Vincere per prepararsi al meglio in vista dello scontro con l’Atalanta" di Giovanni Spinazzola
27 Giugno 2020 21:06 —

Il Napoli si prepara alla sfida interna contro la Spal, la prima casalinga in campionato dopo la ripresa. Fondamentale, inutile dirlo, vincere per prepararsi al meglio in vista dello scontro con l’Atalanta previsto giovedì. In questo pazzo finale di stagione si giocherà ogni tre/quattro giorni, ritmi elevatissimi ed anche i calciatori dovranno essere bravi a gestire le forze, così i tecnici lo dovranno essere nell’utilizzo della rosa. Il successo con il Verona è stato un ottimo punto di partenza, anche se non è valso punti recuperati all’Atalanta, capace di rimontare e vincere contro la Lazio. Giovedì, però, ci sarà lo scontro diretto a Bergamo e tenere almeno inalterate le distanze per dare il via alla rimonta ed alla caccia è la priorità assoluta. Gattuso lo sa bene e non lascia nulla al dettaglio, a partire dalla rifinitura tenutasi al San Paolo, il giardino di casa. La squadra si è divisa in due gruppi impegnati in attivazione a secco e serie di torelli, poi si è riunita per svolgere lavoro tecnico tattico a tutto campo. Chiusura con esercitazioni al tiro. Problema per Allan che ha accusato un affaticamento muscolare alla coscia destra ed ha quindi svolto solo terapie. Una brutta tegola per Ringhio che pensava proprio al brasiliano dal 1’ per un po’ di turn over ragionato anche a causa dei diffidati. Koulibaly, Demme, Zielinski, Mertens e Milik sono ad un giallo dalla squalifica e Rino vorrebbe preservarli per il big match. Demme si è allenato con un gran sorriso sul volto; la compagna ha infatti partorito nella notte a Napoli – come voluto dal ragazzo - il primogenito del centrocampista.

Nikola Maksimovic, a margine della rifinitura, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky. "È una partita importante per loro, ma anche per noi. C'è una possibilità per giocare per il quarto posto e ci proviamo. Se è il momento migliore a Napoli? Sicuramente, non ho mai avuto questa continuità, prima giocavo 1-2 partite al massimo, poi panchina di nuovo per 4-5 gare. Ora ho continuità; per tutti è più facile giocare così ed ho la fiducia dell'allenatore. Mi piacciono gli allenamenti di Gattuso, come prepara le partite, ci aiuta nei momenti difficili ed è sempre al fianco nostro. Trofeo? Mi piace vincere qui, i tifosi meritano tanto".

La gara sarà diretta da Pairetto; Fiorito e Caliari gli assistenti, Marini quarto uomo. VAR Nasca ed AVAR Longo.

Gattuso, come detto, dovrebbe adoperare un discreto turn over; tra i pali torna Meret dopo la finale di Coppa Italia, mentre in difesa si rivede Manolas – ormai recuperato – accanto a Maksimovic, con Di Lorenzo e Mario Rui (ma occhio a Ghoulam) terzini. In mediana Lobotka davanti alla difesa con Fabian Ruiz ed Elmas mezzali mentre in attacco Milik è favorito su Mertens con Insigne e Politano ai lati. Ma il capitano e l’ex Inter sono in ballottaggio – rispettivamente – con Younes e Callejon.

Di Biagio deve fare ancora a meno di Berisha, con Letica tra i pali; sarà un 4-3-3 speculare con il futuro azzurro Petagna terminale offensivo affiancato da Strefezza e Valoti. Missiroli e Dabo mezz’ali (favoriti su Murgia) con l’ex Valdifiori in cabina di regia mentre in difesa Vicari e Bonifazi al centro con Cionek e Reca terzini. 

Probabili formazioni

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka, Elmas; Politano, Mertens, Insigne.

SPAL (4-3-3): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Reca; Missiroli, Valdifiori, Dabo; Strefezza, Petagna, Valoti.

27 Giugno 2020 21:06 - Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2020 21:06
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi