21 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 13:52
SPORT
Napoli-Spartak Mosca: 2-3. Le pagelle di Giovanni Spinazzola
01 Ottobre 2021 00:49 —

Meret 5,5: sul primo e terzo gol non può nulla, qualche perplessità, invece, sulla seconda marcatura. Dovrebbe osare di più in uscita.

Di Lorenzo 6: inizia a destra, poi passa a sinistra dopo l’ingresso di Malcuit, poi si sposta centrale nella difesa a tre. Spinge, difende, un paio di interventi decisivi ma anche una sbavatura sul 2-1 russo.

Manolas 6: memore degli errori contro la Juve, spazza senza pensarci due volte appena ha il pallone tra i piedi. Qualche errore anche per il greco, ma tiene botta.

Koulibaly 6,5: il primo a dare la carica, l’ultimo ad arrendersi; sempre preciso e puntuale, dalle sue parti non si passa in alcun modo. Una diga umana.

Mario Rui 5: inizia molto bene, poi alla mezz’ora lascia i suoi in 10 con un intervento davvero evitabile.

Elmas 6,5: inizia mezz’ala ed il suo avvio è bruciante, con il gol dopo pochi secondi dal via. Gioca per qualche minuto terzino destro, poi con il passare dei minuti cala.

(Dall’82’ Ounas s.v.).

Fabian Ruiz 5,5: in cabina di regia prova ad organizzare il gioco ma è meno efficace del solito.

Zielinski 5: ha un’occasione d’oro per portare gli azzurri sul 2-0 ma spara sopra la curva; il polacco dovrebbe fare la differenza ed invece non riesce mai a regalare il cambio di passo.

(dal 46’ Anguissa 6: entra in campo per alzare le barricate e regalare filtro a centrocampo ma da solo non può molto).

Politano 5,5: inizia bene, sprinta sulla fascia, corre e rincorre proponendosi anche; aiuta Malcuit poi però cala alla distanza.

(Dal 73’ Lozano 5,5: dà velocità alla manovra, prova a scattare palla al piede ma poco altro).

Petagna 6: parte bene mettendo il piede nell’azione del gol; con il Napoli in 10 fa a sportellate con la difesa russa ed anche lui, come Zielinski, ha una buona occasione per raddoppiare ma la spreca.

(Dal 46’ Osimhen 6: palla al piede è praticamente immarcabile. Procura il rosso a Caufriez poi segna il gol del 2-3 finale).

Insigne 6: Gioca solo 40’ perché poi viene sacrificato per ridare equilibrio alla squadra. Dal suo piede nasce il cross che poi si trasforma nel vantaggio azzurro.

(Dal 41’ Malcuit 5,5: svagato, poco efficace. In occasione del raddoppio russo non è preciso e soffre agendo da terzino destro. Meglio esterno a tutta fascia).

01 Ottobre 2021 00:49 - Ultimo aggiornamento: 01 Ottobre 2021 00:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi