10 Aprile 2020 - Aggiornato alle 11:42
SPORT
Napoli-Torino: "Dimenticare Messi" di Giovanni Spinazzola
28 Febbraio 2020 18:30 —

Sabato sera di campionato per il Napoli, con la Serie A che ritorna dopo le fatiche di Coppa ed il Torino di Moreno Longo che fa capolino. Dimenticare Messi – almeno per 20 giorni – e pensare al torneo nazionale, perché gli azzurri, attualmente sesti, non possono permettersi passi falsi. È una prova importante quella contro i granata, con i partenopei chiamati a mostrare i progressi delle ultime settimane e, soprattutto, a dare continuità ai recenti risultati, soprattutto in casa, dove ha spesso zoppicato nell’era Gattuso. “Dobbiamo pensare tutti in un’unica direzione” ha detto Ringhio che ha voluto soffermarsi sulle settimane difficili all’inizio della sua gestione, con “partite perse male, senza sangue”. I tre punti, quindi, sono fondamentali per confermare il processo di crescita e, forse, dichiarare il paziente guarito completamente. Si può guardare al futuro con ottimismo ma solo superando lo scoglio Torino senza commettere errori, perché sprofondare nuovamente nel baratro del passato è un attimo, ed il passo del gambero – in questo momento storico della stagione – non è ammesso. Il tecnico dovrà essere bravo anche a dosare le forze; per sua stessa ammissione, infatti, la squadra è apparsa stanca e giovedì si ritornerà in campo per la semifinale di Coppa Italia contro l’Inter. Se in difesa non vi sono alternative, possibili rotazioni, invece, a centrocampo. Dirigerà l’incontro Mariani di Aprilia; Bindoni e Caliari gli assistenti con Abbattista IV uomo. VAR ed AVAR La Penna e Giallatini.

Al termine dell’allenamento pomeridiano (attivazione e lavoro sulla velocità, poi esercitazioni tecnico tattiche e chiusura con partitella a campo ridotto), il tecnico ha diramato la lista dei convocati. Non vi sono Koulibaly – lavoro personalizzato in campo e palestra per il senegalese – Llorente – anche lui personalizzato ma solo in palestra - e Younes, affetto da sintomi influenzali. Non convocato anche Malcuit che si è recato per i controlli a Villa Stuart e potrà iniziare il reinserimento graduale in squadre nei prossimi giorni. C’è, invece, Mertens, ristabilitosi dopo l’infortunio patito contro il Barcellona. Ecco l’elenco completo.

Karnezis, Meret, Ospina, Di Lorenzo, Ghoulam, Hysaj, Luperto, Maksimovic, Manolas, Mario Rui, Allan, Demme, Elmas, Fabian Ruiz, Lobotka, Zielinski, Callejon, Insigne, Lozano, Mertens, Milik, Politano.

Nel 4-3-3 ormai classico di Gattuso, Milik – oggi 26enne – agirà al centro dell’attacco con Callejon ed Insigne ai lati, anche se qualche chance di giocare ce l’ha pure Politano. In mediana Fabian Ruiz, Zielinski, Allan e Lobotka si giocano due maglie, mentre appare certo l’impiego di Demme dal 1’. In difesa, invece, vi sono più certezze, perché Manolas e Maksimovic, per mancanza di alternative, saranno i titolari mentre Hysaj potrebbe far rifiatare uno tra Di Lorenzo e Mario Rui. Ospina tra i pali.

In casa granata Longo punta sul 3-5-2 con l’ex Verdi alle spalle di Belotti, già in rete al San Paolo in più di un’occasione; esterni a tutta fascia De Silvestri ed Ansaldi, mentre al centro toccherà a Baselli, Rincon e Berenguer. Davanti a Sirigu spazio per il napoletano Izzo, Lyanco e Nkoulou.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Maksimovic, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All. Gattuso

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Nkoulou; De Silvestri, Baselli, Rincon, Berenguer, Ansaldi; Verdi, Belotti. All. Longo

28 Febbraio 2020 18:30 - Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2020 18:30
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi