12 Novembre 2019 - Aggiornato alle 06:14
SPORT
Napoli-Verona: Sfida complicata
18 Ottobre 2019 21:16 —

La sosta per le nazionali è terminata, dell’Italia se ne riparlerà a novembre inoltrato. Le critiche e le dichiarazioni di questi giorni – compreso, anzi, soprattutto quelle presidenziali – devono essere archiviate se non dimenticate o cancellate (meglio, visto il contenuto delle stesse). È vigilia di campionato in casa Napoli ed i partenopei si giocano molto nella sfida contro il Verona. Sarà una sfida complicata, perché la formazione di Juric sta disputando un ottimo campionato, gioca un calcio discreto ed è addirittura la seconda miglior difesa del campionato; non proprio la migliore delle notizie per un attacco dalle polveri bagnate come constatato nelle ultime settimane. Una sorta di prova del nove, quindi, per il reparto offensivo ma per tutta la squadra azzurra, alla viglia del secondo tour de force stagionale, quello da sette partite in 21 giorni, una ogni tre. I bonus sono stati giocati tutti, ed il ritardo in classifica non ammette altri passi falsi, considerato come l’obiettivo sia lo scudetto, come confermato dallo stesso Ancelotti in conferenza stampa. Serve pedalare, quindi, a cominciare da Insigne, con il capitano che inizi a comportarsi da tale, mettendo da parte le situazioni extra calcistiche ma veicolando tutte le energie sul suo lavoro e sul compito di trascinare la squadra alla vittoria (d’altronde, un leader questo fa). È fondamentale vincere, magari anche mostrando una parvenza di gioco, decisamente mancato nelle ultime gare, perché i tre punti scaccerebbero via qualche critica di troppo e darebbero un po’ di morale ad un gruppo ed una piazza depressa dopo le ultime gare. La gara sarà diretta dall'arbitro Marco Piccinini di Forlì. Gli assistenti saranno Preti e Valeriani, quarto uomo Aureliano. VAR assegnato a Mariani-Schenone. Carlo Ancelotti dovrebbe riproporre il 4-4-2 (o 4-3-3, a seconda di come si posizioneranno in campo i calciatori) con Mertens e Milik in attacco e Callejon-Insigne esterni di un centrocampo completato da Allan e Fabian Ruiz al centro. In difesa, davanti a Meret, toccherà a Manolas e Koulibaly (tornato dalla squalifica) con Di Lorenzo e Ghoulam terzini. Indisponibili Maksimovic ed Hysaj, in dubbio Tonelli e soprattutto Lozano, tornato ieri sera a Napoli dopo le gare della nazionale e con una caviglia malconcia. In casa scaligera, invece, indisponibili Badu, Pessa e Pazzini; nel 3-4-2-1 Stepinski unica punta supportata da Verre e Zaccagni con l’ex Tutino (è solo in prestito, però) inizialmente in panchina. Faraoni e Lazovic esterni a tutta fascia, con Amrabat e Miguel Veloso al centro. In difesa Rrahmani, Kumbulla e Gunter davanti a Silvestri. Probabili formazioni Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Insigne; Milik, Mertens. All. Ancelotti Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Verre, Zaccagni; Stepinski. All. Juric

Giovanni Spinazzola 

18 Ottobre 2019 21:16 - Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2019 21:16
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi