20 Giugno 2021 - Aggiornato alle 21:00
SPORT
Napoli-Verona: "Whatever it takes“ di Giovanni Spinazzola
22 Maggio 2021 21:47 —

Il Napoli affronta l’ultima di campionato con un obiettivo ben chiaro in mente, i tre punti da conquistare ad ogni costo. Gli azzurri ospitano al Maradona il Verona ed hanno ben chiaro in mente il quarto posto, più che meritato per la cavalcata degli ultimi mesi e per una stagione certamente positiva. L’ultima giornata di un campionato davvero incredibile, dove ancora una volta saranno tanti i rimorsi, soprattutto per quanto accaduto in inverno, con una squadra ridotta ai minimi termini, tra infortuni e Covid. Probabilmente il Napoli avrebbe lottato per altri traguardi, visto il potenziale espresso nelle ultime settimane ma tant’è. C’è ora da blindare la Champions League; un successo e non saranno importanti le notizie che arriveranno da Bergamo o Bologna. Il destino nelle proprie mani è chiaramente la migliore delle notizie, per un Napoli tonico fisicamente e concentrato. Gattuso ha lavorato anche e soprattutto sulla testa dei calciatori, perché sarebbe follia sottovalutare l’avversario. Firenze è stato l’ostacolo più duro, scavalcato in scioltezza nel secondo tempo e sarà fondamentale partire con il piede giusto fin dal 1’ domani. Guai a pensare ad un Verona demotivato, perché il tranello è proprio dietro l’angolo. C’è, peraltro, da riscattare la sconfitta incassata all’andata, quell’1-3 che diede il via ai sondaggi presidenziali verso altri allenatori, con De Laurentiis davvero vicino al cambio di guida tecnica. Un motivo in più, per Gattuso ed i calciatori, per rivalersi con gli interessi sulla formazione di Juric, mostrando ancora una volta i progressi soprattutto a livello di mentalità. Testa fredda e cuore caldo ed una determinazione che possa dare alla squadra azzurra la voglia di superare l’ennesimo ostacolo, in una partita che avrà certamente un canovaccio tattico differente rispetto a quella di Firenze. Il march, in programma domani alle 20.45 ed in diretta su Sky, sarà diretta da Daniele Chiffi della sezione di Padova, veneto come il club scaligero (!). Longo e Valeriani assistenti, Fourneau quarto uomo. Al VAR Nasca, mentre all’AVAR ci sarà Cecconi. In casa azzurra Gattuso dovrebbe confermare la stessa squadra delle ultime esibizioni; nel 4-2-3-1 Osimhen unica punta con Lozano, Zielinski ed Insigne sulla trequarti. Schermi davanti alla difesa Bakayoko e Fabian Ruiz mentre in difesa scelte obbligate, con Rrahmani e Manolas al centro Maksimovic, guarito dal Covid, andrà in panchina, e Di Lorenzo-Hysaj terzini davanti a Meret. In casa Verona, invece, Barak squalificato; Juric punta sul 3-4-2-1 con Kalinic unica punta supportata da Bessa e Zaccagni. Faraoni e Lazovic esterni a tutta fascia con Tameze ed Ilic al centro. In difesa, davanti a Pandur, il trio formato da Ceccherini, Gunter e Dimarco.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Manolas, Hysaj; Bakayoko, Fabian Ruiz; Lozano, Zielinski, Insigne; Osimhen. All.: Gattuso.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Pandur; Ceccherini, Gunter, Dimarco; Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Bessa, Zaccagni; Kalinic. All.: Juric.

22 Maggio 2021 21:47 - Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2021 21:47
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi