22 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 01:13
SPORT
Napoli: A Lecce con il turn over per competere in tutte le sfide
20 Settembre 2019 17:29 —

Il Napoli, quest’anno, vuole lottare e competere in tutte le competizioni. Serie A o Champions League, nessuna differenza; i partenopei sono pronti a dare battaglia su campo, italiano ed europeo con l’obiettivo di trionfare a maggio. Per raggiungere il grande obiettivo, però, servirà l’aiuto di tutti in campo. E mai come quest’anno Ancelotti può disporre di una panchina lunga e qualitativamente ben fornita, in ogni reparto. E dunque, all’alba del terzo impegno in una settimana – vi sarà, poi, anche il turno di campionato mercoledì e quello di Champions per un tour de force che vedrà gli azzurri impegnati altre quattro volte nel giro di 12 giorni – è tempo di rotazioni, di turn over, termine tanto caro ad Ancelotti. Re Carlo, infatti, attinge a piene mani dalla panchina, per tenere tutti motivati e dare respiro a chi gioca di più. A Lecce, quindi, vedremo diverse facce nuove rispetto alle ultime gare. Ospina (ma anche Karnezis), Malcuit, Luperto, Gaetano e Milik non hanno ancora visto il campo fin qui e scalpitano, pronti a rendersi subito protagonisti; Younes ha giocato solo una spicciolata di minuti come Hysaj e poco spazio hanno avuto anche Ghoulam, Maksimovic (titolare contro la Sampdoria, però), e Llorente, ultimo arrivato ma già decisivo con un assist ed un gol in due scampoli di gara. Ovviamente non li vedremo tutti insieme in campo a Lecce, perché turn over non è certo rivoluzione, ma tra i salentini ed il Cagliari mercoledì al San Paolo quasi tutti avranno la loro chance. Già domenica non è affatto escluso vedere tra i pali il colombiano ex Arsenal, così come il terzino francese sulla fascia per concedere riposo a Di Lorenzo; Luperto e Gaetano, probabilmente, dovranno aspettare ancora un po’ mentre in attacco tutto può succedere. Il tedesco Younes vuole dimostrare la sua utilità ed Ancelotti lo tiene in grande considerazione, mentre Milik è ormai recuperato e pronto a debuttare in questa stagione ufficialmente. E poi c’è Llorente, il Re Leone (o Rey León, alla spagnola, se preferite), già idolo del San Paolo dopo le sue performance ed il bacio alla maglia appena segnato il gol contro il Liverpool. Stamattina, intanto, la squadra ha svolto seduta mattutina al Centro Tecnico di Castel Volturno. Sul campo 2 ha iniziato la sessione con attivazione a secco, poi lavoro tecnico tattico e mini sfide con le porte piccole. Chiusura con partita a campo ridotto. Tonelli continua a svolgere programma personalizzato. Domani seduta mattutina e poi partenza per Lecce.

Giovanni Spinazzola 

20 Settembre 2019 17:29 - Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2019 17:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi