24 Aprile 2019 - Aggiornato alle 07:56
SPORT
Napoli: A Roma per vincere
30 Marzo 2019 19:05 —

Ritorna il campionato, con le nazionali che finiscono in naftalina in vista del rush finale. Il Napoli si gioca tutto in due mesi; campionato ed Europa League, con la possibilità di chiudere al secondo posto in Serie A e portare a Napoli un trofeo che manca dal lontano 1989. Si parte da Roma per un tour de force di ben sette gare in 20 giorni. Una sorta di massacro, dove conterà la condizione fisica ma anche atletica e mentale dei calciatori azzurri. Si parte, come detto, dal derby del Sud, una gara mai banale, accesa da una fortissima rivalità tra le due tifoserie che dura da oltre un trentennio. È una gara da non sbagliare per gli azzurri; partire con il piede giusto dopo la sosta è il miglior viatico per dare continuità al successo contro l’Udinese di due settimane fa oltre che iniziare nel verso giusto il finale di stagione. Si vola a Roma (solo metaforicamente, perché gli azzurri useranno il treno per questa trasferta) ed è un test probante per Ancelotti. La sua squadra, con qualche defezione importante, avrà di fronte un gruppo giallorosso alla ricerca spasmodica di punti utili a centrare il quarto posto in classifica; big match ma soprattutto gara vera, con i partenopei che dovranno fare attenzione alla fame di Ranieri e dei suoi ragazzi. Ancelotti, però, si aspetta una grande esibizione da parte dei suoi calciatori, con l’Arsenal – al momento – solo un puntino in lontananza. È vietato, infatti, pensare ai Gunners e, soprattutto, sottovalutare l’impegno di domani, con i tre punti fondamentali per blindare la seconda piazza in campionato. Per avere ragione dei giallorossi, però, servirà il Napoli con il vestito buono, quello capace di demolire il Liverpool ed imporre doppio pareggio al PSG; sarà necessaria una gara di grande sacrificio ma anche applicazione e tenacia. Tutte qualità che, di certo, non mancano agli azzurri. 
Al termine dell’allenamento (avvio a secco in avvio e torello, lavoro tecnico tattico, partitina a campo ridotto e chiusura con esercitazioni al tiro), Ancelotti ha diramato la lista dei convocati. Squadra ridotta all’osso, tra infortuni e squalifiche, con soli 18 elementi a disposizione del tecnico, compresi i tre portieri.  
Ecco la lista, di cui fa parte anche l’attaccante della Primavera Gaetano. 
I convocati: Meret, Karnezis, D'Andrea, Malcuit, Koulibaly, Luperto, Maksimovic, Mario Rui, Hysaj, Allan, Fabian Ruiz, Younes, Verdi, Callejon, Ounas, Mertens, Milik, Gaetano.
Ancelotti deve fare la conta; tra infortunati e squalificati, sono sette gli indisponibili. Ospina, Albion, Chiriches, Ghoulam, Diawara ed Insigne sono ko, Zielinski appiedato dal giudice sportivo. Sarà classico 4-4-2 con Mertens accanto a Milik in attacco; a centrocampo il recuperato Fabian Ruiz sarà il partner di Allan, con Callejon e Younes – in vantaggio su Verdi – esterni. In difesa Maksimovic e Koulibaly al centro con Malcuit e Mario Rui terzini, anche se una chance la può avere Hysaj. In porta Meret. 
Ranieri deve rinunciare a Manolas, De Rossi, Florenzi, Pastore ed El Shaarawy; nel suo 4-4-2 attacco con Schick e Dzeko, mentre sulle fasce a centrocampo agiranno Zaniolo e Kluivert con Cristante e N’Zonzi centrali. In difesa Santon, Marcano, Fazio e Kolarov con Mirante favorito su Olsen in porta. 
Probabili formazioni 
Roma (4-4-2): Mirante; Santon, Marcano, Fazio, Kolarov; Zaniolo, Cristante, Nzonzi, Kluivert; Dzeko, Schick. Allenatore: Ranieri
Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Verdi; Mertens, Milik. Allenatore: Ancelotti.

Giovanni Spinazzola 

30 Marzo 2019 19:05 - Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2019 19:05
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi