18 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 21:46
SPORT
Napoli: Albiol e Mertens napoletani forever
19 Giugno 2018 19:00 —

Cuore Napoli. La cara e vecchia Partenope, tanto bistrattata e criticata, è una città che – se ti entra dentro – proprio non vuoi più lasciare. Esempi lampanti sono – nel mondo del calcio – Vinicio e Cané che, terminata la carriera, hanno scelto il Vesuvio come dimora permanente; ed è anche la scelta di Raul Albiol e “Ciro” Dries Mertens. I due non sono ancora a fine carriera, ma hanno sposato la maglia azzurra e, da uomini fedeli, intendono onorare l’impegno. Lo spagnolo ed il belga sono più che convinti di Ancelotti e del progetto Napoli pronto a ripartire con più forza e vigore ed hanno scelto; niente trasferimento, Napoli e basta. Il difensore l’ha comunicato a Maurizio Sarri che l’avrebbe voluto al Chelsea, l’attaccante – reduce da un gol pazzesco al Mondiale con il suo Belgio – l’ha addirittura spiegato a ben quattro club. “Inutile pagare la clausola, non lascio Napoli” dev’essere stato – a grandi linee – il senso del discorso di Dries. Albiol ha voluto accontentare anche la famiglia che proprio non ha intenzione di lasciare la città partenopea, Mertens è ormai napoletano d’adozione ed anche Reina mai avrebbe abbandonato la sua “Partenope”. Ne siamo certi; esistesse la selezione del Regno di Napoli, i sopra citati calciatori sarebbero tre punti fermi. 
Il Napoli, quindi, ripartirà da Albiol e Mertens, due belle notizie per Carlo Ancelotti, in Russia diviso tra il ruolo di commentatore per una tv messicana e quello di manager con pieni poteri, anche sul mercato. Il tecnico di Reggiolo ha avuto carta bianca e gestisce in prima persona il mercato azzurro; osserva, valuta e decide i profili che possano rinforzare l’organico attuale.  Per il ruolo del portiere, abbandonati Rui Patricio e Leno, e con Areola sempre il preferito, con ogni probabilità sarà Alex Meret il futuro estremo difensore degli azzurri; Ancelotti ha già dato l’ok al classe ’97 di proprietà dell’Udinese e le dirigenze starebbero trattando sulla base di 25 milioni. Possibile venga inserito nella trattativa anche Karnezis, con il greco a fungere da chioccia e da secondo; occhio, però, a Cech. Il ceco all’Arsenal sarebbe chiuso da Leno e potrebbe finire in prestito per una stagione al Napoli per regalare esperienza internazionale alla squadra facendo crescere senza pressioni proprio Meret. L’operazione Cech ricorda molto da vicino quella relativa a Pepe Reina, quando lo spagnolo arrivò a Napoli via Liverpool voluto da Rafa Benitez. Il tutto, però, senza dimenticare Gigio Donnarumma – qualora il Milan dovesse abbassare le pretese – e Lunin, il giovane ucraino da acquistare come prospetto per il futuro per poi deciderne il destino prossimo. Intanto la dirigenza del Napoli sarebbe pronta a sbarcare a Parigi per parlare con gli omologhi del PSG. Areola? Assolutamente no. Stando a quanto raccolto dalla nostra Redazione, i partenopei sono pronti a trattare con Antero Henrique – ds dei francesi – di Angel Di Maria e, più defilato, Adrien Rabiot. L’argentino, come abbiamo più volte spiegato, vuole lasciare la Ligue 1 ed accetterebbe di buon grado l’opzione napoletana lì dove c’è Carlo Ancelotti, una sorta di mentore. Operazione difficile ma non impossibile, considerato come El Fideo abbia il contratto in scadenza nel 2019. Più defilato, come detto, Rabiot, con un possibile inserimento nel discorso anche di Edinson Cavani, per un sondaggio esplorativo. 

Giovanni Spinazzola 

19 Giugno 2018 19:00 - Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2018 19:00
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi