22 Novembre 2019 - Aggiornato alle 13:29
CRONACA
Napoli: Alla Chiesa di S. Lucia a Mare il progetto per la realizzazione della prima casa di accoglienza per over 65
09 Settembre 2019 15:36 —

La Chiesa di S. Lucia a Mare ha una storia complessa ed articolata. La leggenda vuole che sia stata fondata da una nipote di Costantino a seguito del martirio. Le prime notizie certe risalgono al IX secolo quando il Vescovo Attanasio concesse il patronato sulla chiesa di S. Lucia a Mare ai monaci Basiliani del Cenobio del SS. Salvatore sito sull’isola di Megaride. Riemersa dalle macerie della seconda guerra mondiale e successivamente restaurata, la Chiesa è un punto di riferimento e storico luogo di devozione per i fedeli della Santa, per i quali essa rappresenta anche, per le vicende subite, il simbolo di una rinnovata fede e speranza. Ed è in questa fede e speranza che l'associazione onlus CABENUS ha ideato il progetto per la realizzazione della prima casa di accoglienza per over 65. Il progetto nasce per aiutare le perone anziane in gravi difficoltà e per farle mantenere una vita sociale attiva. Molti i volontari che assistono gli anziani in tal senso, dalla mensa alla cura della perona. Ci sono anche barbieri e parrucchieri volontari che il lunedì, tradizionale giorno di chiusura dei negozi, offrono gratuitamente la loro opera professionale spinti dal desiderio di essere utili a chi meno ha e dalla fede in Dio, così come dichiarato a ifattidiNapoli da Nello Covino e Raffaele Mormone.  

09 Settembre 2019 15:36 - Ultimo aggiornamento: 09 Settembre 2019 15:36
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi