20 Novembre 2018 - Aggiornato alle 22:30
CRONACA
Napoli: Alto impatto dei Carabinieri. 10.616 persone controllate, arresti e sequestrati di droga, tirapugni e coltelli. Sanzionati 207 parcheggiatori abusivi
22 Ottobre 2018 14:23 —

Altri controlli straordinari per il contrasto all’illegalità diffusa dei Carabinieri delle Compagnie cittadine, del Nucleo Radiomobile e del Reggimento “Campania”. Arrestate tre persone: una donna per detenzione di arma da fuoco e di cocaina, l’altra per scippo a una turista cinese, l’ultima in esecuzione a un Ordine di Custodia Cautelare disposto dalla magistratura dopo indagini dell’Arma. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Centro effettuando perquisizione nella casa in via delle Grazie di Concetta Lonato, hanno rinvenuto occultati nella camera da letto della signora 20 grammi di cocaina e una pistola semiautomatica calibro 9 con tanto di silenziatore. Mentre continuano le indagini per accertare il perché di droga e dell’arma a casa della donna, una 52enne incensurata, la stessa è stata tratta in arresto e sottoposta ai domiciliari come disposto dell’Autorità Giudiziaria. I Carabinieri della Compagnia Stella hanno bloccato e tratto in arresto dopo un concitato inseguimento in auto e a piedi nella zona del Vasto il 27enne El Ghepsi Ahbdulla, un tunisino già noto alle ffoo che si era appena appropriato della borsa di una donna strappandogliela di mano e dandosi alla fuga. La borsa conteneva denaro, un portafoglio, due telefonini ed effetti personali. Il tutto è stato recuperato dai militari e restituito alla vittima, una turista cinese in visita alla città. L’arrestato attende il rito direttissimo. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo hanno eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal GIP di Napoli a carico di Emmanuel De Luca Bossa, 19 anni, di Napoli, già noto alle forze dell'ordine e figlio di Antonio, il capo dell’omonimo clan camorristico attualmente detenuto. Nel corso di indagini d’iniziativa dei CC è stata accertata la responsabilità del giovane che armato pistola e insieme a un complice in via d’identificazione il 24 agosto aveva rapinato il ciclomotore a un passante sul corso Garibaldi e il 12 settembre aveva tentato di rapinare il ciclomotore ad altra persona che stava transitando su via delle Repubbliche Marinare. L’arrestato è stato tradotto nella Casa Circondariale di Poggioreale. Nel primo mese di operatività di questo tipo di controlli i Carabinieri hanno fermato e identificato per controlli 10.616 persone, 3.396 delle quali già note alle forze dell’Ordine. Tra i controllati 454 minori trovati su strada in atteggiamento sospetto o in luoghi e orari non consueti per minorenni. Sequestrati 7 coltelli e 3 tirapugni. Segnalati al Prefetto 47 assuntori con il sequestro di 33 grammi di cocaina, 10 di eroina, 122 di hashish e 71 di marijuana. Arrestate 16 persone e 106 denunciate in stato di libertà. Contravvenzionati 207 parcheggiatori abusivi, a 120 di questi i militari hanno notificato l’ordine di allontanamento. Tra i casi particolari di “resistenza” quello di un soggetto che davanti all’Ospedale Monaldi è stato “beccato” due volte a distanza di poche ore della stessa mattinata, quello di due fratelli che allontanati da piazza Matteotti e via Battisti vi erano tornati il giorno dopo e infine i 15 “recidivi” che esercitavano nei pressi dell’Ospedale San Gennaro, del Loreto Mare e del San Giovanni Bosco ritrovati sul posto nelle canoniche 48 ore. Contestate 2.176 infrazioni al Codice della Strada, tra le quali 562 per circolazione in mancanza di copertura assicurativa e 178 per guida senza casco. 546 veicoli sottoposti a fermo o a sequestro amministrativo.

22 Ottobre 2018 14:23 - Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2018 14:23
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi