20 Novembre 2018 - Aggiornato alle 22:22
CRONACA
Napoli: Alto Impatto dei Carabinieri. Arresti, denunce e sequestri
27 Ottobre 2018 12:52 —

Altri controlli straordinari per il contrasto all’illegalità diffusa dei Carabinieri delle Compagnie cittadine, del Nucleo Radiomobile e del Reggimento “Campania”. 1.212 persone controllate, 345 sono risultate con precedenti. Arrestate 5 persone: una nella zona del centro per furto al suo datore di lavoro, la seconda per detenzione di armi clandestine ai Camaldoli, la terza per una serie di rapine a donne di Capodimonte e 2 per spaccio di droga al rione Traiano. 17 persone denunciate in stato di libertà per reati vari. 9 giovani segnalati per detenzione per uso personale di cocaina, hashish e marijuana. 10 donne cinesi di giovane età sono state fermate dai Carabinieri della Compagnia Stella mentre in abiti succinti e atteggiamento provocatorio sostavano a bordo strada di su via Lucci alla ricerca di “clienti”. 7 sono risultate in regola con le norme sulla immigrazione e sono state invitate ad allontanarsi dopo le formalità rito. Le altre 3 non lo erano e a loro carico è stata avviata la procedura amministrativa per l’espulsione dal territorio italiano. 18 parcheggiatori abusivi controllati e sanzionati. Altri 9 oggetto di ordine di allontanamento. 183 violazioni al Codice della Strada perseguite. Tra queste 45 riguardano la circolazione su auto o scooter senza copertura assicurativa e 17 la circolazione come conducente o passeggero di mezzi a due ruote senza calzare il casco, con la sottoposizione a sequestro o fermo amministrativo di 62 mezzi. A Santa Lucia i Carabinieri della Compagnia Centro hanno tratto in arresto Gaetano Lauro, un 59enne della zona resosi responsabile di furto aggravato ai danni del suo datore di lavoro; ed è proprio quest’ultimo, il titolare di una pizzeria di via Santa Lucia, che lo ha “incastrato” e denunciato ai Carabinieri. Il titolare della pizzeria si era accorto da giorni di ammanchi di denaro dal registratore di cassa, motivo per il quale aveva deciso di contrassegnare alcune banconote e di metterle nella cassa, fingere di andar via nell’orario di chiusura pomeridiana ma in realtà rimanere nascosto a osservare i movimenti. Dopo aver chiuso l'attività commerciale ha finto di allontanarsi ma si è nascosto tra i tavoli. Dopo un poco di attesa ha visto Lauro che dallo stabile adiacente e attraverso una piccola finestra sopra il forno della pizzeria era entrato nel locale e si era diretto verso il registratore di cassa rubando il denaro contrassegnato, quello che subito dopo i Carabinieri gli hanno trovato in tasca. Salvatore Maglione, un 49enne incensurato dei Camaldoli, è stato tratto in arresto per detenzione illegale di armi e munizioni dai Carabinieri della Compagnia Vomero. Alla vista dei militari che si apprestavano a perquisire la sua casa ha tentato di chiudere la porta d’ingresso in faccia ai militari ed è corso dentro alla camera da letto ad afferrare una busta per lanciarla dalla finestra. I militari che stavano in strada a ispezionare il perimetro della sua abitazione per scongiurare eventuali tentativi di fuga l’hanno recuperata. Conteneva 2 armi da fuoco cariche e con matricola abrasa: un revolver e una semiautomatica. sulle pistole saranno effettuati accertamenti balistici per verificare l’eventuale utilizzo in fatti di sangue e/o intimidazione. L’arrestato è stato tradotto in carcere. I Carabinieri della Compagnia Vomero hanno arrestato per 3 rapine aggravate Sosero Gennaro, un 50enne del vico Chiesa già noto alle forze dell'ordine, raggiunto da un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dal GIP di Napoli. Le risultanze investigative dell’Arma che hanno portato all’emissione del provvedimento restrittivo partono dall’acquisizione di immagini registrate da sistemi di videosorveglianza. I militari hanno accertato che in sella a uno scooter aveva avvicinato auto in sosta con a bordo donne e dopo averle affiancate, paventando il possesso di un arma che non avrebbe esitato a usare o brandendo un coltello a serramanico, aveva costretto le vittime a consegnare gli oggetti di valore in possesso: gioielli, fedi nuziali, denaro contante e telefonini. Accertata la sua responsabilità in ordine a 3 distinte rapine consumate a Capodimonte nel mese di maggio ai danno di altrettante donne. L’arrestato è stato tradotto a Poggioreale. I Carabinieri della Compagnia di Bagnoli nel corso di un servizio antidroga sul viale Traiano hanno tratto in arresto in flagranza di reato Salvatore Valentino, 22 anni, incensurato e Ciro Volonnino, 18 anni, già noto alle forze dell'Ordine. Entrambi sono stati sorpresi nell'atto di cedere una dose di droga a un 39enne della zona. Le successive perquisizioni personali hanno portato al rinvenimento e sequestro di circa 10 grammi di hashish e 6 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, denaro in banconote di vario taglio per 90 euro ritenuto provento dell'attività illecita. Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo.

27 Ottobre 2018 12:52 - Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2018 12:52
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi