01 Dicembre 2022 - Aggiornato alle 22:07
CRONACA

Napoli: Ambulanza bloccata da sosta selvaggia a salita Pontecorvo. Muore donna in arresto cardiaco. La famiglia: "Il 118 intervenuto dopo 40 minuti dalla chiamata"

09 Ottobre 2022 13:28 — Borrelli (Europa Verde): “Episodio gravissimo, siano accertate responsabilità di chi ha ostacolato i soccorsi e presenta interrogazione "sulle cause e sui tempi del decesso".

“Un’ambulanza resta bloccata dalle auto in sosta selvaggia a salita Pontecorvo e una donna in arresto cardiaco muore perché l’equipaggio del 118 riesce a soccorrerla quando era troppo tardi. E’ la terribile denuncia dell’associazione Nessuno tocchi Ippocrate che ha sottolineato anche come a nulla sia valso lo sforzo sostenuto dai soccorritori che hanno cercato di spostare a mano le autovetture. Un episodio gravissimo che non può cadere nel dimenticatoio o essere derubricato a casualità. Bisogna accertare le precise responsabilità di quanti, con il loro comportamento scellerato, hanno ostacolato i soccorsi e se il ritardo sia stato determinante per la morte della donna”. Questo il commento del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli al quale si è rivolta la famiglia denunciando che sono stati "prolungati tempi di attesa del soccorso, arrivate due ambulanze dopo 40 minuti”. L’esponente di Europa Verde annuncia interrogazione.

 La famiglia della signora Giovanna Piedimonte, la donna morta in via Pontecorvo,  ha parlato con il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli,  e ha chiesto di rendere nota la sua posizione sulla vicenda.

“In merito alla notizia balzata alle cronache ieri 09/10/2022 riguardante il decesso di un'anziana signora a Napoli, in via Pontecorvo, dovuto secondo quanto riportato dai media a un presunto ritardo dei soccorsi causa sosta selvaggia (con successivi chiarimenti del 118), la famiglia della signora in oggetto (Sig.ra Piedimonte Giovanna) desidera precisare che la prima chiamata di soccorso al 118 è stata effettuata dalla vicina alle ore 8.01 (ne è seguita anche un' altra alle 8.22) e che i soccorsi sono giunti all'abitazione alle ore 8.40. Una prima ambulanza è arrivata senza medico e dopo poco un'altra con medico il quale alle ore 9, ha refertato il decesso della signora causa arresto cardiaco. Ignorando le cause di questi prolungati tempi di attesa, la famiglia si riserva di accertare nelle sedi legali competenti eventuali responsabilità e/o omissioni da parte dei soccorsi”. Questa la nota della famiglia a firma di Sergio Valentino, genero della signora Piedimonte.

“In seguito al colloquio con un componente della famiglia della signora Piedimonte - ha annunciato il consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli - ho deciso di presentare un’interrogazione affinchè si faccia chiarezza sulle cause e sui tempi del decesso. Una vicenda triste per la quale devono essere appurate tutte le eventuali responsabilità e fatta chiarezza”.

09 Ottobre 2022 13:28 - Ultimo aggiornamento: 09 Ottobre 2022 13:28
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi