17 Agosto 2018 - Aggiornato alle 10:49
SPORT
Napoli: Ancelotti aspetta i rinforzi ma gli effetti del ritiro già si notano
30 Luglio 2018 11:31 —

Il Napoli ha chiuso il ritiro di Dimaro-Folgarida con l’ultima delle tre amichevoli previste, contro un avversario di Serie A, il Chievo Verona di D’Anna. I partenopei hanno vinto per 2-0, un successo convincente sebbene la squadra abbia ancora le gambe pesanti dal lungo ritiro in Trentino. Un gol di Verdi al 10’ ed il raddoppio di Tonelli all’86’ le reti che hanno regolato i clivensi in un’amichevole con intensità e “garra” già da Serie A, considerato come Insigne sia uscito infortunato per due colpi ricevuti decisamente evitabili. Tante le cose positive, ad iniziare da Simone Verdi, l’acquisto “top” di quest’estate insieme a Fabian Ruiz; il trequartista ha disputato un’ottima gara dialogando già bene con i centrocampisti ed i compagni di reparto senza dimenticare lo splendido gol al volo di destro. Insomma, decisamente promosso, al pari di tutta la squadra con Marek Hamsik sempre più a suo agio nei nuovi panni da regista ed un Luperto terzino sinistro vera sorpresa positiva di questa estate. Ancelotti ha schierato una formazione “ibrida”, con Maksimovic accanto a Koulibaly e Rog mezz’ala di destra mentre il terminale offensivo è stato Milik, bravo nei movimenti di attaccante di manovra ma ancora con le gambe imballate dopo pochi giorni di ritiro. È il Napoli di Ancelotti, con il tecnico soddisfatto a fine gara per quanto visto sul rettangolo di gioco. Gli azzurri hanno messo in mostra un calcio verticale, con il lancio lungo prima a farla da padrone; regia organizzata e pulita da parte del capitano, ma anche i cambi campo a servire gli esterni ed il cross dalla fascia, con i terzini a tutta fascia e gli esterni offensivi ad accentrarsi. Nella ripresa, poi, Ancelotti ha dato spazio a tutti i calciatori disponibili ma senza snaturare il nuovo gioco degli azzurri che si è fuso con il sarrismo delle stagioni scorse fino a creare un mix micidiale. Ed anche i subentrati hanno dato il loro apporto, ad iniziare da Ounas, entrato alla mezz’ora per Insigne. L’algerino ha messo in mostra colpi davvero importanti, con giocate e spunti davvero notevoli. È un altro giocatore rispetto alla scorsa stagione e potrà dare il suo contributo anche nei momenti topici della stagione. Il tecnico aspetta i rinforzi ma nel frattempo gli effetti del lungo ritiro già si notano; i calciatori hanno benzina nelle gambe e sono già pronti per la nuova stagione. I prossimi impegni internazionali, poi, potranno fungere da verifica importante per le ambizioni europee del Napoli.

Giovanni Spinazzola

30 Luglio 2018 11:31 - Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2018 11:31
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi