13 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 07:46
SPORT
Napoli: Ancelotti esplicito, "se non passiamo siamo dei coglioni"
27 Novembre 2018 18:38 —

“Se non passiamo il turno siamo dei cogl***i”. Queste le parole di Carlo Ancelotti nella conferenza stampa di vigilia; toni forti, decisi, chiari e, soprattutto, impossibili da fraintendere. Il tecnico è ancora arrabbiato per il pareggio contro il Chievo e la mentalità della sua squadra, soprattutto nel primo tempo, ed ha voluto mandare un messaggio ai suoi ragazzi. Il tempo di scherzare è finito, ora bisogna fare sul serio sempre e comunque. E quindi domani massima concentrazione, massima attenzione ed i tre punti da conquistare senza sé e senza ma, contro una Stella Rossa ben organizzata ma di un livello tecnico inferiore rispetto agli azzurri. È una sfida fondamentale quella di domani; addirittura potrebbe regalare la qualificazione agli ottavi di finale – ma deve vincere anche il Liverpool contro il PSG – ma può anche solo ipotecare il passaggio del turno per i partenopei, in un girone della morte, quando sembrava utopia solo pensare di potersela giocare contro Liverpool e Paris Saint Germain, due delle formazioni accreditate per la vittoria della competizione, con i Reds addirittura finalisti dell’ultima edizione. Ed invece il Napoli è addirittura primo ma non può certo vanificare tutto sul più bello. Ecco perché Ancelotti ha chiesto attenzione; non vuole che si ripetano gli errori visti contro il Chievo e, soprattutto, vuole una squadra cattiva e cinica sotto porta. Il Napoli, manco a dirlo, anche domani sarà spinto dal San Paolo, vicino al tutto esaurito e pronto a rendere una bolgia tutto l’ambiente, per non essere da meno rispetto al Marakanà di Belgrado ed ai serbi, il cui gemellaggio escluderà ipotesi di scontri tra fazioni (addirittura alcuni ultras della Stella Rossa dovrebbero guardare la partita dalla Curva napoletana). In campo, però, non ci saranno amici ma solo avversari da sconfiggere per proseguire il sogno europeo e diventare una mina vagante a partire dal prossimo turno.  Obiettivo assolutamente alla portata, con gli azzurri che hanno davvero una grandissima occasione; Ancelotti ed i tifosi ci credono, la squadra deve dimostrare i progressi soprattutto a livello di mentalità vincente, ingrediente da sempre mancante nei calciatori azzurri – tranne in qualcuno – e vero punto debole di Hamsik e compagni.  Ancelotti dovrebbe effettuare sei cambi rispetto a quanto visto domenica; in porta torna Ospina mentre Mario Rui si riappropria della corsia mancina con Albiol e Koulibaly al centro. A destra è ballottaggio Maksimovic-Hysaj. In mediana superstite il solo Callejon con i rientri di Allan ed Hamsik al centro con Fabian Ruiz a sinistra. Milik, invece, è favorito su Mertens per affiancare Insigne. 
In casa serba out l’ex Genoa Boakye per infortunio, ma ha recuperato Pavkov – l’autore della doppietta che ha steso il Liverpool – e dovrebbe giocare dal 1’ nel 4-2-3-1 con Ben Fardou, Marin e Srnic alle spalle. In mediana l’ex Sampdoria Krsticic e Jovicic mentre in difesa Gobeljic, Degenek, Babic e Rodic davanti a Borjan. 
NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Fabian Ruiz; Milik, Insigne.
STELLA ROSSA (4-2-3-1): Borjan; Gobeljic, Degenek, Babic, Rodic; Krsticic, Jovicic; Ben Fardou, Marin, Srnic; Pavkov.

Giovanni Spinazzola 

27 Novembre 2018 18:38 - Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2018 18:38
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi