08 Dicembre 2021 - Aggiornato alle 20:09
CRONACA
Napoli: Appalti ospedalieri e camorra. 40 arresti
22 Ottobre 2021 20:47 —

Dalle prime ore dell’alba di oggi, la Polizia di Stato su delega della Procura della Repubblica di Napoli - Direzione Distrettuale Antimafia -, ha eseguito un’ordinanza di applicazione di misure cautelari nei confronti di oltre 40 persone, alcune appartenenti all’Alleanza di Secondigliano, altri pubblici ufficiali ed imprenditori, coinvolti nell’alterazione di gare di appalto ospedaliere, estorsioni alle ditte operanti presso le predette strutture: servizio di trasporto ammalati, onoranze funebri, imprese di costruzione, imprese di pulizie.

Tra i quaranta arrestati, anche il sedicente imprenditore Giovanni Caruson, Luigi Cimmino, in manette assieme al figlio Franco Diego, e l’attuale reggente del clan Andrea Basile, nell’ambito delle verifiche sugli appalti al  Cardarelli, Cotugno e Cto.  

In cella l’imprenditore Alessandro Esposito, ma anche Salvatore Frizziero, ritenuto esponente della galassia criminale di Mergellina; i due parenti Lello e Raffaele Sacco, entrambi soci in affari nella gestione delle macchinette distributrici di alimenti e bevande al Cardarelli.

Sotto i riflettori della Procura anche presunte pressioni estorsive nei confronti dei titolari dell’appalto per la creazione del parco urbano artistico dell’ospedale Cardarelli. Il clan dei Caiazzo-Cimmino avrebbe preteso una tangente da 30mila euro. 

22 Ottobre 2021 20:47 - Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2021 20:47
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi