24 Giugno 2018 - Aggiornato alle 20:55
CRONACA
Napoli: Aquarius, dopo le dichiarazioni di De Magistris scendono in piazza le associazioni
12 Giugno 2018 21:56 —

Dopo la dichiarazione del sindaco di Napoli Luigi de Magistris “Il porto di Napoli è aperto”, centinaia di cittadini napoletani sono scesi oggi  in piazza per lanciare il loro messaggio: “Aprite i porti! Welcome refugees”. Il luogo di ritrovo scelto è stato via Toledo, all’altezza della fermata della metro. Da lì il corteo si è mosso fino ad arrivare al porto, dove alcuni manifestanti, tra cui giovani immigrati, sono potuti entrare per appendere lo striscione di benvenuto.  Presenti diversi movimenti, associazioni e organizzazioni: Amnesty International, Green Peace, il Laboratorio occupato Insurgencia, l’Ex OPG (Je so pazz), Dema (Democrazia e Autonomia), La Mensa Occupata, NDO (Napoli Direzione Opposta), Coordinamento Kaos.  Il messaggio della manifestazione è stato così argomentato: “La barbarie che ormai sta avvenendo è la normalità, la normalità sta diventando lasciare 625 persone nel mare con condizione atmosferiche assurde. La normalità è che un paese si chiuda quando c’è un obbligo internazionale ad accogliere. Abbiamo un’invasione non di persone, ma di odio. Si aprissero tutte le chiese abbandonate e tutti i palazzi abbandonati. Noi opponiamo un’invasione di amore e accoglienza, perché è questo quello che l’essere umano deve fare. Qui si parla di umanità.”

Lea Cicellyn

12 Giugno 2018 21:56 - Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2018 21:56
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi