21 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 05:48
CRONACA
Napoli: Arenella, tenta la truffa del falso incidente al figlio. Anziano chiede aiuto ai Carabinieri che arrestano una donna mentre riscuote i 3.600 euro pattuiti
05 Dicembre 2020 09:09 —

E’ stata una telefonata al 112 a sventare l’ennesima truffa ai danni di un’anziana, sintomo degli effetti positivi della campagna di sensibilizzazione sul fenomeno promossa dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. E’ accaduto nel quartiere Arenella, in Via Omodeo. Una 30enne già nota alle forze dell'ordine - Emanuela Della Porta – si è presentata fuori l’abitazione della vittima dopo che questa era stata attirata in trappola da una telefonata. Il figlio – le ha raccontato al telefono un fantomatico avvocato – era stato coinvolto in un incidente stradale ed essendone stato responsabile sarebbero stati necessari 3600 euro per coprirne le spese processuali. L’anziano 70enne non è caduto nella rete dei truffatori e prima che la 30enne arrivasse a casa, ha chiamato il 112 e chiesto aiuto. Quando Della Porta si è presentata sull’uscio dell’anziano, i Carabinieri del nucleo operativo del Vomero l’hanno bloccata e arrestata prima che potesse sparire col denaro. E’ ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

05 Dicembre 2020 09:09 - Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre 2020 09:09
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi