23 Maggio 2018 - Aggiornato alle 20:37
CRONACA
Napoli: Arrestato latitante a Castel Volturno. Per non farsi arrestare due mesi fa sferrò un pugno a un agente e si lanciò dalla finestra fuggendo
02 Maggio 2018 22:46 —

I poliziotti del commissariato Scampia hanno tratto in arresto, a Castel Volturno, località Pineta Mare, nei pressi di via delle Camelie, Michele Ruffo, 42enne napoletano, latitante, pregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona, destinatario della pena di anni tre e mesi sei di reclusione. Il 28 febbraio gli agenti del commissariato Scampia, insieme agli agenti del commissariato Secondigliano, erano giunti in via Emilio Scaglione, al fine di eseguire decreto di sospensione della misura alternativa della detenzione domiciliare, con ripristino della custodia carceraria, nei confronti del 42enne, ivi residente e domiciliato. Nel corso delle operazioni, Ruffo improvvisamente aveva colpito con un pugno un agente, lanciandosi da una finestra ubicata nella camera da letto dell’abitazione, sita al primo piano dello stabile, riuscendo, di conseguenza, a sottrarsi alla cattura. Analogamente nel corso delle ininterrotte ricerche attivate per la cattura, il Ruffo ha provocato, nel corso della latitanza, lesioni guaribili in giorni sette ad un altro poliziotto, che lo aveva intercettato, il 5 aprile, libero dal servizio, a Cardito, non riuscendo però a bloccarlo dopo aver ingaggiato con lo stesso una colluttazione. Ruffo, esperto nei furti di autovetture in vari quartieri napoletani, nascondeva varie centraline elettroniche per l’asportazione di auto munite di sistemi di allarme codificati, nonché attrezzi finalizzati allo scasso. Il tutto è stato sequestrato.

02 Maggio 2018 22:46 - Ultimo aggiornamento: 02 Maggio 2018 22:46
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi