16 Giugno 2019 - Aggiornato alle 23:46
CRONACA
Napoli: Brusciano, il crack passato da una feritoia. Blitz dei Carabinieri in una palazzina. Cinque arresti. Sequestrate centinaia di dosi
31 Maggio 2019 13:41 —

Nel corso di un servizio di osservazione nelle palazzine “ex legge 219” i Carabinieri di Brusciano e Marigliano hanno arrestato 5 soggetti per spaccio di stupefacente. I cinque, tutti già noti alle forze dell’ordine, sono il 35enne Pistuggia Aniello, il 23enne Oliviero Salvatore, il 63enne Rongo Vincenzo, il 62enne Capaccio Attilio e il 42enne De Donato Antonio. Oliviero accompagnava i “clienti” all’appartamento dove veniva ceduta la sostanza attraverso una feritoia ricavata nel portone per evitare che pusher e acquirente potessero vedersi in volto mentre Pistuggia e Capaccio facevano da vedette. Dopo 4 ore di appostamenti che hanno portato al monitoraggio di circa una quarantina di cessioni, immobilizzato Oliviero che dall’esterno faceva da apripista, i militari dell’arma hanno fatto irruzione nell’appartamento di Rongo sorprendendovi all’interno gli altri 4. La perquisizione dei locali ha portato al rinvenimento e sequestro di 280 dosi di crack, materiale per il confezionamento in dosi e 250 euro in denaro contante ritenuti provento di attività illecita. Tutti sono stati tradotti nel carcere di Poggioreale.

31 Maggio 2019 13:41 - Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2019 13:41
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi