23 Giugno 2018 - Aggiornato alle 12:14
CRONACA
Napoli: Caivano, smantellata “piazza di spaccio notturna” di crack e cocaina al Parco Verde. Arrestati due spacciatori
10 Marzo 2018 15:57 —

Sergio Manfra, di 29 anni e Angelino Pellegrino Claudio, di 31 anni, entrambi pregiudicati, sono stati arrestati dagli agenti del Commissariato di P.S. “Afragola”, nel corso di un servizio antidroga attuato nell’edilizia popolare del “Parco Verde” di Caivano. I poliziotti, nel corso dei mirati controlli contro le “piazze di spaccio”, particolarmente attive nel fine settimana, sono riusciti ad eludere le numerose vedette poste a protezione del Parco Verde, sorprendendo i due in piena attività, nel cuore della notte. Un attento servizio di osservazione, studiato nei minimi particolari, ha consentito agli agenti d’intervenire in quella che è chiamata la “piazza dei carcerati”. A seguito dei numerosi arresti, l’organizzazione criminale che gestisce il mercato illecito della droga ha rafforzato le difese passive, con l’utilizzo di serrature meccaniche, al fine di trincerarsi all’interno degli stabili in modo da impedire ed ostacolare una eventuale irruzione delle Forze di Polizia. Dopo aver notato i vari acquirenti che si alternavano per effettuare il consueto scambio droga-soldi, attraverso la feritoia del portone d’ingresso, un poliziotto si è avvicinato riuscendo ad introdurre la sua mano nella feritoia, recuperando così 12 piccoli involucri contenenti “crack”. Immediata la reazione da parte dei due spacciatori, riconosciuti per Manfra e Angelino che, con non poche difficoltà, chiudevano lo sportellino posto a protezione della feritoia del portone. Tale azione inaspettata, faceva scappare i due verso i piani alti dello stabile, sino a raggiungere l’attico, ove venivano raggiunti. Manfra, pur di sfuggire all’arresto, non esitava a mettere in atto una viva resistenza, tanto da scagliarsi contro un poliziotto, con il quale ingaggiava una violenta colluttazione che, inevitabilmente, portava alla caduta di entrambi per le scale. L’arrivo di altri agenti, consentiva di bloccare il 29enne. Recuperato un borsello contenente la somma in contanti di €. 270,00, un mazzo di chiavi utili all’apertura e chiusura delle porte e finestre poste sull’attico e comunicanti con le altre scale, due bilancini di precisione, una busta in cellophane contenente altre 52 dosi di “crack”,  ma anche cocaina allo stato solido che, una volta tagliata, avrebbe consentito il confezionamento di un centinaio di dosi. Angelino e Manfra, sono stati arrestati  e condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale in quanto responsabili del reato, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, inoltre, Manfra dovrà rispondere anche del reato di resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.            

 

10 Marzo 2018 15:57 - Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2018 15:57
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi