11 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 21:26
SPORT
Napoli: Callejon, "A Napoli sono felice, ho un sogno nel cuore e ci crediamo"
15 Novembre 2018 17:35 —

I calciatori del Napoli che non sono stati convocati dalle rispettive nazionali, hanno svolto stamane allenamento a Castel Volturno. Avvio con attivazione a secco con l'ausilio di ostacoli, poi torello e lavoro tecnico. Chiusura con una avvincente ed emozionante sfida di calcio tennis con tre squadre composte da portieri, difensori e attaccanti. Ospina, Karnezis e Meret a formare la squadra dei numeri uno, Albiol, Malcuit e Ghoulam per i difensori ed il trio Verdi, Callejon e Younes per gli attaccanti. Dopo un duello serrato e colpi spettacolari, ad avere la meglio è stato il terzetto composto dai portieri che hanno vinto il torneo.

È, invece, tempo di gare giocati per i calciatori in ritiro con le rispettive nazionali; Milik e Zielinski stasera affronteranno in amichevole la Repubblica Ceca a Danzica. Impegno ufficiale, invece, per Marko Rog e Dries Mertens. Il croato, con la sua nazionale, affronterà la Spagna a Zagabria in UEFA Nations League; stessa competizione nella quale è impegnato il belga che sfiderà a Bruxelles l’Islanda.

José Callejon, intanto, si è concesso ai microfoni della radio ufficiale azzurra.

"A Napoli sono felice, ho un sogno nel cuore e ci crediamo. I complimenti di Martin Vazquez?

“Lo ringrazio tanto, io cerco solo di fare il mio dovere ed aiutare la squadra. Sono stato fortunato perché ho sempre avuto grandi allenatori in questi anni che mi hanno aiutato a crescere. Sto da sei anni a Napoli e sono stato benissimo con Rafa Benitez, poi dopo è arrivato Sarri che è stato importante e oggi c'è Ancelotti con il quale sto trascorrendo mesi molto belli e felici".

Che idea ti sei fatto di Ancelotti?

"E' una persona molto serena e tranquilla, ma allo stesso tempo è un tecnico vincente. Sa come far rendere al massimo ogni suo giocatore ed è pronto sempre ad aiutarti per portare la squadra a esprimere il cento per cento. Per me questo è importantissimo perché più che il singolo, io credo nella squadra. È la forza di squadra che ti porta a vincere".

Contro il PSG al San Paolo forse hai disputato una delle più belle partite in azzurro.

"Forse sì, sicuramente è stata una serata bellissima in cui mi sono sentito davvero al top come condizione. Alla fine abbiamo conquistato un punto importantissimo per la classifica".

"In questo momento mi sento davvero bene. Qualcuno dice che mi manca il gol, è vero, anche mia moglie me lo chiede, ma io sono tranquillo. Penso alla squadra principalmente poi nel calcio i gol arrivano da soli".

Quest'anno è arrivato un altro spagnolo che sta diventando sempre più protagonista, Fabian Ruiz.

"E' un ragazzo che ha molto talento ed è giovanissimo. Fabian sta lavorando tanto e bisogna lasciarlo tranquillo perché ha un grande futuro".

Qual è il tuo sogno per il 2019.

"Ne ho più di uno, ma ai primi posti c'è lo scudetto. È un desiderio di questo gruppo che lo insegue e ci crede. Daremo il massimo sempre per rendere questo sogno una realtà...".

Giovanni Spinazzola

15 Novembre 2018 17:35 - Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2018 17:35
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi