21 Luglio 2018 - Aggiornato alle 13:30
POLITICA
Napoli: Cannabis, Fratelli d'Italia chiede lo stop immediato ai canapa shop
21 Giugno 2018 16:36 —

“Bisogna bloccare immediatamente l’attività dei ‘canapa shop’ con decreto urgente del Ministro della Salute, non possiamo correre il rischio di esporre a gravi problemi di salute i nostri ragazzi dopo il pronunciamento del Consiglio Superiore della Sanità sulla pericolosità delle sostanze a base di canapa da questi smerciate. E’ in gioco la vita delle persone, fermiamo subito la vendita di cannabis light”! Ad affermarlo, in una nota, l’esponente dell’Assemblea Nazionale di Fratelli d’Italia Luigi Mercogliano, leader pro life e family ed animatore dei Family day, che proprio in questi giorni era intervenuto sull’argomento in merito all’esordio nelle edicole italiane del periodico ‘The Botanist’, che con una lettera a tutti gli edicolanti d’Italia aveva annunciato in regalo col primo numero ai potenziali lettori/consumatori un grammo di canapa sativa sotto forma di infiorescenza, mettendo ben in guardia i giornalai dal potenziale di vendita che questo mercato in crescita lascia intravedere. “Adesso che a pronunciarsi sulla pericolosità di queste sostanze non sono più i soliti ‘bigotti cattolici’ ma il massimo organo nazionale deputato proprio alla salute pubblica – tuona il dirigente nazionale del partito di Giorgia Meloni – vengono confermate tutte le nostre preoccupazioni di cittadini e di genitori su queste sostanze. Lo abbiamo denunciato da tempo, ma nessuno in nome del business e delle opportunità di un mercato in crescita sembrava darci retta. Ora, però, a dirlo è il Consiglio Superiore della Sanità, che individua anche nell’utilizzo di infiorescenze di cannabis un rischio per il cervello e soprattutto un pericolo per il consumo di questi prodotti nel caso di giovani e anziani, di donne in stato interessante o in allattamento, di soggetti con determinate patologie che assumo contemporaneamente farmaci con i quali si possono creare pericolose interazioni, soprattutto in relazione agli effetti sull’attenzione. Cosa potrebbe accadere – si chiede l’esponente nazionale di Fratelli d’Italia – in casi di consumo da parte di persone che svolgono lavori di responsabilità che hanno a che fare con la vita e l’incolumità di altre persone?” Da qui la richiesta al Parlamento a nome delle famiglie e dei movimenti pro life e family: “Chiediamo alle forze politiche di buon senso di intervenire immediatamente con una proposta di legge che vieti la vendita di canapa sativa. Nel mentre – conclude Mercogliano – sappiamo che Fratelli d’Italia è già da inizio legislatura al lavoro su questa direzione ed invitiamo Giorgia Meloni ad intervenire prontamente per chiedere che il Ministro della Sanità blocchi immediatamente le attività dei ‘canapa shop’”.

21 Giugno 2018 16:36 - Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2018 16:36
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi