21 Gennaio 2020 - Aggiornato alle 22:00
CRONACA
Napoli: Capodanno sicuro a Boscoreale, Gragnano, Castellammare di Stabia, Casalnuovo, Casandrino, Pozzuoli, Licola e Quarto. Carabinieri arrestano due persone e sequestrano 220 chili di botti illegali, 6526 artifizi pirotecnici e 120 ordigni
31 Dicembre 2019 18:20 — A Marigliano vìola i domiciliari per vendere fuochi illegali. 51enne arrestato dai Carabinieri

Ancora arresti e sequestri di botti nelle ultime ore del 2019. I Carabinieri della sezione operativa di Torre Annunziata hanno appena arrestato a Boscoreale due persone per detenzione e fabbricazione di ordigni esplosivi. Il primo Massimo Balzano, 50enne del posto già noto alle forze dell'ordineo, nascondeva in un box auto 43 chili di botti illegali. Il 32enne Giuseppe Gambardella, invece, ne deteneva ben 89 chili. I fuochi - pericolosamente stipati in un deposito - sono stati sequestrati e poi campionati dai Carabinieri del nucleo artificieri di Napoli. I due arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa di giudizio.

Ha improvvisato una bancarella ed esposto decine di ordigni esplosivi artigianali. E' così finito in manette Tommaso Coppola, 29enne di Casalnuovo già noto alle forze dell'ordine. I Carabinieri della locale tenenza l'hanno notato in Via Monsignor Peluso mentre vendeva senza alcun titolo botti illegali. Quando hanno perquisito la sua autovettura i militari hanno rinvenuto e sequestrato 6526 artifizi pirotecnici e 120 ordigni non convenzionali dall'alto potenziale esplosivo. Arrestato, Coppola trascorrerà il capodanno ai domiciliari in attesa del giudizio con rito direttissimo.

Angelo Delle Donne - 28enne di Castel Volturno già noto alle forze dell'ordine - è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Grumo Nevano per detenzione illegale di materiale esplosivo. Fermato a Casandrino in Via Morelli a bordo della sua autovettura, Delle Donne nascondeva nel cofano 25 ordigni artigianali illegali. La polvere pirica in essi contenuta - circa 1,2 chili - avrebbe potuto far saltare in aria la vettura. Il 28enne è ora ai domiciliari e sarà giudicato con rito direttissimo.

Controlli a tappeto dei Carabinieri della compagnia di Pozzuoli nell'ambito di un servizio di contrasto alla vendita dei botti illegali disposto dal Comando Provinciale di Napoli. Cinque le persone denunciate. APpozzuoli un 21enne è stato trovato in possesso di 6,5 chili di botti pronti per la vendita.

Sono tre, invece, quelli denunciati a Licola dai carabinieri della locale stazione: erano in strada e avevano improvvisato piccole bancarelle per la vendita di fuochi. Quasi 20 i chili complessivamente sequestrati.

Sette chili sono stati recuperati a Quarto Flegreo. Le due persone segnalate all'autorità giudiziaria dai militari della locale tenenza vendevano al dettaglio ordigni di alto potenziale senza alcuna autorizzazione.

87 petardi fabbricati artigianalmente e 12 chili di botti destinati alla vendita senza autorizzazione. Questo il bilancio del sequestro effettuato pochi minuti fa dai carabinieri della Stazione di Gragnano. L'uomo che li deteneva nella sua abitazione, un 23enne incensurato, è stato arrestato e sanzionato amministrativamente per 5000 euro. Il giovane è ora ai domiciliari in attesa di giudizio.

Sono invece 45 i chili di botti sequestrati tra le strade di Castellammare di Stabia poiché venduti senza alcuna autorizzazione. I venditori sono stati sanzionati per complessivi 10mila euro.

E’ ai domiciliari ma esce di casa per vendere botti di capodanno: a sorprendere e arrestare il 51enne Carmine Buonocore i carabinieri della stazione di Marigliano. L’uomo, incurante della misura a cui era sottoposto, aveva allestito una piccola bancarella in Via Pontecitra,  non lontano dalla sua abitazione. Quando i militari l’hanno riconosciuto per lui sono immediatamente scattate le manette. Dovrà rispondere di evasione e detenzione per il commercio abusivo di materiale esplodente. I botti in vendita – 187 ordigni per complessivi 4 kg di esplosivo - sono stati tutti sequestrati. Buonocore è stato ristretto in camera di sicurezza in attesa di giudizio.

I controlli continueranno senza sosta.

31 Dicembre 2019 18:20 - Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2019 20:20
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi