21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:39
CRONACA
Napoli: Capodichino, GdF scopre fabbrica di articoli in pelle completamente abusiva
28 Settembre 2017 15:25 —

I finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli hanno sequestrato un opificio clandestino, sito nella zona di Capodichino, adibito alla produzione di articoli in pelle. In particolare, i finanzieri del I Gruppo Napoli, a seguito di attività info-investigativa nello specifico settore di intervento durante l’azione di contrasto all’economia illegale e sommersa per la stagione estiva 2017, hanno scoperto un’attività di pelletteria completamente sconosciuta al fisco e priva di ogni autorizzazione che operava a pieno ritmo nella produzione di cinture. Impiegava 5 lavoratori a nero, era priva di documentazione riguardante il corretto smaltimento di materiale altamente cancerogeno. Inoltre, durante il controllo è stato accertato che l’utenza elettrica che serviva l’opificio illegale era stata manomessa. Al termine del servizio, le “Fiamme gialle” hanno posto sotto sequestro l’attività abusiva, le numerose attrezzature presenti (macchine da taglio, cucitrici, spillatrici), i prodotti grezzi, semi-lavorati e finiti pronti all’immissione in commercio, nonché mezza tonnellata di rifiuti speciali derivanti dalla lavorazione del pellame. Il titolare della ditta è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per furto di energia elettrica, inquinamento ambientale ed attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Inoltre, per ciascun dipendente non regolarmente assunto, sarà irrogata la cosiddetta “maxisanzione” come prevede la normativa di settore.

28 Settembre 2017 15:25 - Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2017 15:25
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi