25 Settembre 2020 - Aggiornato alle 15:49
CRONACA
Napoli: Cardito, disposta l'autopsia sulla salma dell'anziana travolta da un'auto pirata
08 Settembre 2020 16:28 — La Procura di Napoli, dopo la denuncia dei familiari, assistiti da Studio3A, procede per omicidio colposo contro ignoti per la tragica morte dell’80enne di Cardito Rosa Vitale.

Dopo l’apertura di un procedimento penale a carico - per ora - di ignoti per il reato di omicidio colposo sulla tragica morte dell’ottantenne di Cardito Rosa Vitale, il Pubblico Ministero della Procura di Napoli (a cui è passata l’inchiesta dai colleghi di Napoli Nord), dott.ssa Immacolata Sica, ha disposto l’autopsia sulla salma della vittima nominando un pool di ben tre consulenti tecnici: il prof. Angelo Mascolo, medico legale, il dott. Guido Sciaudone, chirurgo, e la dott.ssa Elvira La Mantia, anatomopatologa. L’incarico sarà conferito mercoledì 9 settembre 2020, alle 10, presso gli uffici della Procura in Tribunale, dopodiché si procederà con l’esame.

L’anziana, vedova, nel tardo pomeriggio di martedì primo settembre, all’incirca alle 18, stava andando a messa, come faceva sempre: nonostante i suoi ottant’anni e una vita di lavoro alle spalle come moglie, madre di sei figli e apprezzata sarta, era ancora molto attiva e godeva di buona salute. Ma a due passi dalla sua casa di Cardito, in via Cesare Battisti, mentre stava camminando a bordo strada, una macchina che sopraggiungeva alle sue spalle l’ha urtata con violenza sul fianco, scaraventandola a terra e contro un muretto. E purtroppo l’ottantenne ha battuto anche la testa. Il conducente del veicolo tuttavia non si è fermato – difficile pensare che non si sia accorto del colpo -, dileguandosi e lasciandola sul posto, ferita.

La donna lì per lì era cosciente: è stata soccorsa da alcuni conoscenti, che l’hanno riaccompagnata a casa. Qui però i dolori si sono fatti sempre più forti, soprattutto al braccio urtato dall’auto, ma anche al capo. I figli l’hanno quindi condotta all’ospedale di Frattamaggiore, il più vicino, da dove però la paziente è stata dimessa poche ore dopo. Ma durante la notte tra il primo e il 2 settembre la situazione è peggiorata ulteriormente, al punto che i familiari hanno chiamato il 118 e l’anziana è stata riportata in autolettiga al nosocomio di Frattamaggiore. Al mattino del 2 settembre un medico avrebbe quindi invitato i suoi congiunti a trasferirla al Carderelli: l’ottantenne è stata pertanto accompagnata nel principale nosocomio di Napoli ma non in ambulanza bensì in auto dai figli. Qui però non si è fatto neanche in tempo ad effettuare le pratiche in accettazione che Rosa Vitale ha perso conoscenza: i tentativi dei medici del pronto soccorso di rianimarla sono risultati vani, è deceduta poco prima delle 13.

Distrutti dal dolore e ancora di più per il modo con cui la loro cara è stata loro strappata, i familiari hanno denunciato i fatti ai carabinieri della stazione di Crispano, chiedendo con forza, ovviamente, di profondere ogni sforzo per risalire al pirata della strada che ha investito la loro congiunta causandone la morte, ma anche di accertare eventuali corresponsabilità sanitarie, con particolare riferimento alla condotta dei medici del presidio di Frattamaggiore. E per essere assistiti, attraverso l’Area Manager Luigi Cisonna, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini.

Alla luce della denuncia l’autorità giudiziaria ha quindi aperto un fascicolo con tutti gli atti conseguenti tra cui la disposizione della perizia autoptica, che sarà fondamentale per stabilire con certezza le cause del decesso e quindi tutte le responsabilità. Alle operazioni peritali interverrà anche il dott. Luca Lepore, medico legale di parte per la famiglia messo a disposizione Studio3A, che lancia anche un appello a eventuali testimoni dell’investimento a riferire ogni elemento utile all’identificazione del pirata ai carabinieri di Crispano o chiamando il numero verde 800090210.

08 Settembre 2020 16:28 - Ultimo aggiornamento: 08 Settembre 2020 16:28
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi