15 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 13:06
CRONACA
Napoli: Castellammare di Stabia, rapina in gioielleria con fucile a canne mozze. Preso dai carabinieri l’ultimo complice, quello che imbracciava l’arma
14 Agosto 2017 11:28 —

Il 23 marzo a Castellammare quattro balordi rapinarono a mano armata un gioielliere, prima ferito con un taglierino e poi minacciato con un fucile a canne mozze. Tre dei 4 complici furono arrestati dai carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia stabiese il 12 giugno in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare per rapina aggravata, lesioni aggravate, porto e detenzione illecita di arma clandestina e ricettazione. È stato identificato il quarto complice, colui che imbracciava il fucile e che percosse il gioielliere perché era “poco collaborativo”. Già detenuto a Poggioreale, Pasquale Cucciniello, 55enne, di Giugliano in Campania, è stato raggiunto dall’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Torre Annunziata che prolunga la sua permanenza in carcere.

14 Agosto 2017 11:28 - Ultimo aggiornamento: 14 Agosto 2017 11:28
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi