13 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:47
CRONACA
Napoli: Cerimonia di consegna di riconoscimenti ai Carabinieri della Legione Campania
20 Novembre 2017 16:19 —

Questa mattina, presso la Caserma intitolata al Brig.Salvo D’Acquisto, sede del Comando Legione Carabinieri “Campania”, ha avuto luogo la cerimonia per la consegna di riconoscimenti da parte del Comandante della Legione, Generale di Brigata Mario Cinque, a 50 militari dell’Arma che, tra i circa ottomila presenti in Campania, si sono maggiormente distinti in recenti operazioni di servizio e in atti di eccezionale rilevanza. Tra i riconoscimenti più significativi, vi sono: L’Encomio Semplice del Comandante della Legione Carabinieri  “Campania” al Ten. Gaetano BORGESE, V. Brig. Luigi LOMBARDO, App. Sc. Fabio FUNICIELLO, App. Sc. Maurizio RUSSO, App. Sc. Giulio SANNINO e Car. Sc. Carmine VITIELLO che in  Napoli e provincia, tra settembre 2016 e marzo 2017, partecipavano ad articolata attività investigativa nei confronti di soggetti gravitanti in organizzazioni criminali di tipo mafioso dediti ad atti intimidatori mediante l’esplosione in luogo pubblico di colpi d’arma da fuoco che si concludeva con l’arresto di 4 correi ed il sequestro di armi e munizioni, al Mar. Magg. Vincenzo ESPOSITO, Mar. Magg. Vincenzo MAIORINO, Mar. Magg. Massimo DE PAOLIS, Mar. Ca.  Giuseppe APICELLA, V.Brig. Vincenzo D’APUZZO e App. Sc. Andrea MURU che, in Torre Annunziata tra l’ottobre 2013 e il novembre 2016, partecipavano a complesse indagini nei confronti di organizzazione camorristica dedita al traffico internazionale di stupefacenti che si concludevano con l’esecuzione di 14 provvedimenti restrittivi, la disarticolazione di numerose piazze di spaccio ed il sequestro di un complesso abitativo costituente la storica roccaforte dell’organizzazione criminale; al Mar.Magg. Remo Domenico PIACQUADDIO, Mar.Ca. Ambrogio CATERINO, Brig.Ca. (ora in congedo) Antonio AMARANTE, Brig. Tommaso POZIELLO e App. Sc. Paolo RUGGIERO che in Casoria, tra luglio 2013 e  novembre 2016, partecipavano a prolungata indagine nei confronti di un'organizzazione criminale dedita alle estorsioni in danno di imprese ed esercizi commerciali che si concludeva con l'arresto dei cinque componenti; al Mar.Ca. Stefano DI GENNARO, Mar. Ord. Balduino RINALDI LANDOLINA e V.Brig. Salvatore SORRENTINO  partecipavano a complessa attività investigativa condotta in  Torre del Greco e nella Provincia di Salerno, tra gennaio 2013 e luglio 2016, nei  confronti  di sodalizio criminale dedito al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti, operante nei territori di torre del greco e della provincia di Salerno che si concludeva con l’arresto di 25 persone, 18 delle quali condannate nel primo grado di giudizio a pene esemplari; al Ten. Gaetano VROLA, Mar. Magg. Domenico FERRARA, V.Brig. Ivan ZAGARIA, V.Brig. Vincenzo Michele VISCAGLIA, App. Sc. Ezio GASBARRO e App. Paolo CILLI che in Napoli e nel territorio nazionale, tra gennaio 2013 e febbraio 2017 partecipavano ad articolata attività investigativa nei confronti di appartenenti a due agguerriti sodalizi camorristici contrapposti che si concludeva con l’esecuzione di provvedimenti restrittivi nei confronti di 34 affiliati, responsabili, a vario titolo, di estorsione, detenzione e porto abusivo di armi e traffico di sostanze stupefacenti; al Lgt. (ora in congedo) Giuseppe MANZO, Mar. Ord. Massimo MICOTTIS, V.Brig. Pasquale PINTO, App.Sc. Arturo ELEFANTE e App. Nicola IORIO, in Napoli e San Giovanni a Teduccio, tra luglio 2012 e novembre 2016 partecipavano ad articolata indagine nei confronti di due gruppi criminali dediti all’usura, alle estorsioni, all’esercizio abusivo dell’attività finanziaria ed al trasferimento fraudolento di valori, aggravati dal metodo mafioso che si concludeva con l’esecuzione di misure restrittive a carico di 8 persone ed il sequestro di beni mobili ed immobili per un valore di 1,5 milioni di euro; al Ten. Adolfo DONATIELLO, Mar. Ord. Giuseppe SECCIA, Brig. Andrea SALMA, App. Sc. Salvatore CECERE, App. Sc. Giustino PISCOPO, App. Sc. Giosué DEL VECCHIO e Car. Sc. Angelo DE NITTO che in provincia di Caserta, tra marzo e novembre 2016, partecipavano ad articolata indagine nei confronti di un sodalizio dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti che si concludeva con l’esecuzione di provvedimenti restrittivi nei confronti di 14 persone, l’arresto in flagranza di altre 24 nonché il sequestro di un ingente quantitativo di droga; al Ten. Felice IZZO, Lgt. Giovanni ADAMO, Lgt. Luigi EGIDO, Mar.Magg. Nicola ZIMBARDI, Mar.Ca. Angelo CIPRIANO, V.Brig. Silvestro PELLEGRINO, V.Brig. Antonello CEFALO e App.Sc. Mario PALMIERI, che, a S. Maria Capua Vetere (CE) e territorio nazionale, tra marzo 2013 e marzo 2016, partecipava a complessa attività investigativa nei confronti di due pericolosi sodalizi camorristici contrapposti, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione, rapina, usura nonché di porto di armi da fuoco. l’operazione si concludeva con l’esecuzione di 52 provvedimenti restrittivi. Inoltre veniva concesso l’Elogio del Comandante della Legione Carabinieri  “Campania” al  Mar.Ca. Mario IODICE, Mar.Ca. Alessandro SALZILLO, Mar.Ca. Raffaella MANFRÈ e all’App. Andrea DI LAURO che si  distinguevano nel tempo per costante e lodevole comportamento nell’adempimento dei propri compiti e per elevato rendimento.

20 Novembre 2017 16:19 - Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2017 16:19
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi