14 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 14:11
POLITICA
Napoli: Comune, Confapi jr "Impedire dissesto è battaglia comune per evitare danni a cittadini e imprese". La norma non sia vincolata ad una guerra a De Magistris
30 Novembre 2017 18:48 —

«La norma per sostenere il Comune di Napoli non può e non deve essere vincolata a una posizione ideologica o, peggio, a un furore ideologico. Bisogna salvare la città e i cittadini, ed è questa la priorità». A dirlo è Raffaele Marrone, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli. «Il provvedimento, che impedirebbe all'Amministrazione di precipitare nel baratro del dissesto finanziario con tutte le disgraziate conseguenze che ne deriverebbero, tarda ancora a vedere la luce – aggiunge –. Sarebbe importante che la politica dei territori facesse squadra per trovare immediatamente una soluzione a uno stato di crisi preoccupante». «Non solo i servizi essenziali, ma la vita cittadina ne risulterebbe particolarmente danneggiata e con essa le prospettive future di sviluppo – continua Marrone –. Inoltre, il circuito produttivo e occupazionale, che ruota attorno all'indotto della Pubblica amministrazione partenopea, sarebbe in egual modo ridimensionato. Ci sono centinaia e centinaia di Pmi che attendono di essere pagate». «La battaglia politica è una pagina che non c'entra nulla con questa del pre-dissesto – ha concluso Marrone – e chi vorrebbe ricondurre tutto a una guerriglia senza quartiere contro il sindaco e l'Amministrazione rende un cattivo servizio alla vera politica e all'intera comunità».

30 Novembre 2017 18:48 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2017 18:48
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi